martedì 14 aprile 2020

Oroscopo del Corona Virus Covid19






INTERPRETAZIONE NUMEROLOGICA DEL CORONA VIRUS COVID19

(comparso in Cina il 8.12.2019)

       Qual è l'essenza vibratoria del CORONA VIRUS COVID19?

    Il Corona si può considerare come un'anima di gruppo che gestisce migliaia di miliardi di virus, già presenti nei nostri corpi, che attaccano ora organismi umani predisposti a questo tipo di infezione; essa colpisce l'apparato respiratorio, che ci mette in contatto con il mondo esterno, rapporti sociali e natura. Il virus si può definire sinteticamente, come un essere con caratteristiche umane: molto vivace e attivo, sempre in continuo movimento e trasformazione, molto duttile e adattabile, libero da ogni vincolo e desideroso di sperimentare e provare come una gioia sensuale nel fluire energetico da corpo a corpo… vario sempre nuovo attinge come le api da fiore in fiore, lui da vittima a vittima il suo nutrimento; vive a contatto con la gente, suo campo di esperienze, seminando paura disarmonia e psicosi anziché equilibrio pace e disponibilità al bene comune, come dovrebbe al positivo. E' determinato nel realizzare tali impulsi che fanno parte del suo programma di vita, il suo compito: pur dovendosi liberare dall'attaccamento alla materialità e dall'eccessivo coinvolgimento nelle esperienze, ne apprezza il gusto e il valore perché è fondamentale per lui il desiderio di cambiamento continuo per crescere evolutivamente conquistando sempre nuovi obiettivi; anche le esperienze negative servono a sviluppare capacità di adattamento di accettazione consapevole e gusto di vivere avanzando nella crescita in mezzo a situazioni strane difficili e incerte ma stimolanti il senso della novità della curiosità e del conoscere....il suo supercompito o 5° essenza gli richiede di sviluppare tutte le risorse intime più profonde, la fiducia in sé il controllo psicofisico mentale, la consapevolezza e la coscienza superiore attraverso la riflessione la ricerca e lo sforzo conoscitivo usando strumenti intellettivi molto efficienti, tutte qualità che noi Umani stiamo ora, di riflesso, attivando con buoni risultati per contrastare la sua azione nefasta....ci potrebbe essere un ostacolo: la indifferenza e la insensibilità alle sofferenze altrui, superato da tutti noi riuniti in squadra e moltissimo impegnati, e la forte ostilità una volta superato il limite di tolleranza volendo colpire ad oltranza più vittime possibili…

       Tale quadro di qualità umane fa parte dell'essenza vibratoria del virus ma direi di noi, perché esso è dentro di noi, come i milioni di batteri e microrganismi fisici cui sono legate le nostre qualità caratteriali.  L'infezione è nata per una serie di motivi ampiamente individuati scientificamente la cui causa interiore però è gestita dalla legge del karma non solo individuale, ma del pianeta terra che si ribella a certi comportamenti umani imponendoci a modo suo il sacro rispetto…..

        Allora qual è la lezione da imparare impostaci dal virus?

    Capire che si è oltrepassato il giusto limite nel rapporto con la natura, infatti i polmoni sono l'organo che ci mette in contatto con l'esterno, occorre perciò rientrare in noi stessi lasciando da parte interessi troppo egoistici e riattivando i valori morali più alti: l'amore e il rispetto per la natura e tutti, la famiglia, la fiducia e l'apprezzamento tra umani, oltre la solidarietà e l'unione, la fratellanza la pace la gioia e la soddisfazione per quel che si è e si ha, quindi, il rafforzamento del rapporto con noi stessi innanzitutto attraverso la consapevolezza l’accettazione e l’autostima ....Il virus ha questa funzione di risvegliare le difese immunitarie morali, i valori suddetti, e di cambiare il rapporto con la natura e con noi stessi facendoci apprezzare aspetti della nostra vita trascurati che devono essere fortemente affermati e rivalorizzati per il nostro benessere spirituale e pratico. Lo stop forzato in casa potrebbe aiutarci a concretizzare tale opera di ristrutturazione di noi stessi…..se lo vogliamo…..

    C'è da considerare, inoltre, che l'anno 2020 è un anno di lavoro intenso, di organizzazione programmazione e ordine oltre che di disciplina legge e regolarità; che stiamo facendo nel nostro piccolo mondo giornalmente in questo periodo per difenderci dal contagio? E lo stato con i suoi governanti?

     Al di là di ogni riflessione e considerazione mentale è saggio e molto utile rafforzare le nostre difese immunitarie psicospirituali con le energie dell’Io Sono espresse in formule…..



AFFERMAZIONI:

   AMATA PRESENZA IO SONO DI TUTTI GLI UMANI SUL PIANETA TERRA, INVOCO IL TUO POTERE COSCIENTE, LA TUA PERFEZIONE LA TUA SAGGEZZA E LA TUA INTELLIGENZA DIRETTIVA, AFFINCHE’ VADA LORO TUTTO BENE E SIANO IN PERFETTA SALUTE E ARMONIA CON SE STESSI…ELEVA LA LORO COSCIENZA A COMPRENDERE E APPREZZARE IL BENE IL VERO E IL BELLO CHE LI CIRCONDA NELLA LUCE DELL’AMORE INCONDIZIONATO DELL’IO SONO…



    AMATA PRESENZA IO SONO, ACCENDI IN ME TUTTO IL POTERE MENTALE E SPIRITUALE, IL CORAGGIO LA SAGGEZZA E L’ENERGIA DI AMORE PER VIVERE E APPREZZARE LA MIA VITA QUI E ORA, IN ARMONIA UNIONE PACE E FRATELLANZA UNIVERSALI….

P.S. Dopo aver completato l’oroscopo, ho ricevuto da Stazione Celeste, di cui sono collaboratore, un articolo che mi ha molto colpito….esprime con altre parole, sintetiche e autentiche,  quanto si riconosce di positivo in questa pesante esperienza di sofferenza e dolore; riporto qui la conclusione:

I 19 VALORI DEL COVID

01. Il Valore del silenzio…

02. Il Valore di un cielo terso e dell'aria pulita…

03. Il Valore di una stretta di nano, di una carezza o di un abbraccio…

04. Il Valore di una passeggiata in un bosco a contatto con la natura o di una pedalata in bicicletta tra le piazze e le vie della propria città…

05. Il Valore di una cena con gli amici…

06. Il Valore di un viaggio per incontrare le persone che ami...

07. Il Valore di avere un cane per amico :)

08. Il Valore di percepirsi finalmente fratelli d'Italia…

09. Il Valore di poter fare in casa tutte quelle cose che non hai mai trovato il tempo di fare…

10. Il Valore di iniziare a percepirsi anche fratelli d'Europa…

11. Il Valore dei nostri affetti: i figli, i genitori, i fratelli, gli amici vicini e lontani e tutte le persone a noi care…

12. Il Valore di poter assaporare ogni singolo secondo, minuto, ora, giorno della propria Vita senza quel senso di fretta che ti affanna… e non ti fa vivere il momento Presente.

13. Il Valore di sentirsi Uno con tutta l'umanità…

14. Il Valore di affrontare la paura… della morte…

15. Il Valore di poter fare un reset alla propria vita…

16. Il Valore del sentirsi tutti nella stessa barca… belli e brutti, alti e bassi, bianchi e neri, poveri e ricchi, uomini e donne, giovani e vecchi… un barca chiamata Terra che sfreccia negli oceani siderali alla velocità di 100.000 km all'ora!!!

17. Il Valore di un respiro… profondo e consapevole…

18. Il Valore delle propria Libertà…

19. l'ultimo dei 19 valori lo scegli tu… e se vuoi, puoi condividerlo qui: https://bit.ly/3cTaImD





_______________________________________


blog febbraio 2020


Blog febbraio 2020

IL MODO CONSAPEVOLE DI PROTEGGERE LA PROPRIA PRIVACY DALL'ATTACCO DELLE CONTINUE  INVENZIONI TECNOLOGICHE



      Da un'analisi serena obiettiva e consapevole delle invenzioni tecnologiche sul mercato in continua evoluzione, specie in relazione al sistema di comunicazione tramite cellulari tablet e PC, balza chiaro alla mente che arriverà presto il momento, ma sotto certi aspetti è già arrivato, in cui il possessore di un cellulare o altro sarà costantemente sorvegliato monitorato e controllato in ogni momento della sua giornata in tutte le sue attività fisico-biologiche e comportamentali, da una intelligenza occulta, da un potere di cui si conosce solo il nome: GOOGLE, che gestisce ogni operazione.

      Il fenomeno può avere anche aspetti positivi come la continua sorveglianza delle funzioni fisico-biologiche: cardiaca respiratoria motoria e del DNA, (sembra che sarà prossimo il suo controllo totale), ma quando vengono rilevate le attività più riservate e personali, in specie le conversazioni telefoniche e messaggistiche e altre attività segrete, i movimenti sul conto bancario,  gli spostamenti di luogo e le azioni che in esso si fanno, cioè la più intima privacy, nasce la necessità assoluta doverosa di difenderci, proteggerci e salvarci da codesta invasione totale della intima sacra e inviolabile nostra privacy= nostra scintilla divina, interiore ed esteriore; allora diventa un imperativo morale molto forte per chi non vuole essere massificato e ridotto a persona senza identità e dignità  ma desiderosa di essere protetta e libera di progredire per sua libera scelta.

     Ora elenco una serie di importanti caratteristiche tecnologiche già in uso nei cellulari e altro tali da condizionare certi comportamenti: geolocalizzazione tramite smartphone, sistemi automatici di guida, monitoraggio in tempo reale dei dati sulla salute tramite smartphone o dispositivi indossabili connessi ad internet, test genetici personalizzati, raccolta massiccia   dei dati e privacy/profilazione di un individuo e intelligenza artificiale, riconoscimento facciale e identificazione biometrica..

      A questo punto sorge una impellente richiesta di attivare un programma, (sì…deve diventare un impegno morale molto forte), di rafforzamento della nostra identità più profonda, è inutile ripeterlo, sacra e inviolabile, attraverso lo sviluppo e il potenziamento di alcune qualità e funzioni già conosciute da chi segue un sentiero di crescita; prima fra tutte, la conoscenza del proprio mondo interiore di pensieri sentimenti ed emozioni di cui si deve essere padroni assoluti consapevoli e capaci di gestirlo secondo libera scelta. Questo deve essere il primo punto del programma da realizzare perché, quando si è padroni della propria interiorità, si è più sicuri nel controllare possibili inserimenti e condizionamenti negativi; quindi, fiducia e autostima, apprezzamento e conoscenza attiva per progredire sempre creando una potente barriera protettiva contro ogni tentativo di turbare il proprio equilibrio, è uno dei requisiti della Maestria del Sé, il più importante. Perché? In questo periodo storico gli eventi esteriori creano per tutti forti e pesanti prove-sfide che turbano l’equilibrio personale, tolgono certezze e sicurezze, rompono situazioni di comodo ma danno possibilità a chi non demorde dallo sforzo di capirsi e controllarsi, di tirare fuori nuove e forti capacità, nuove potenzialità e risorse mai prima conosciute.

  Infatti, proprio a questa situazione già in atto, l’invasione della nostra privacy da parte delle più sofisticate innovazioni tecnologiche e dell’intelligenza dietro che le governa, dobbiamo opporre con forza tutta la nostra potente energia morale con i nostri pensieri sentimenti ed emozioni sostenuti dall’amore, dal rispetto dalla verità e giustizia, l’espressione più diretta della nostra scintilla divina, che il magistro/a coltiva con disciplina e chi non segue un percorso, sente un impulso inconscio a sviluppare. 

      Allora accogliamo tutti gli aspetti positivi delle nuove conquiste tecnologiche, molto importanti anche dal punto di vista della salute ma facciamo scudo insuperabile agli aspetti negativi più sottili che tendono ad invadere e condizionare la nostra interiorità. Porto un esempio molto comune a tante persone: se non posso comunicare fisicamente e liberamente con qualcuno i miei pensieri sentimenti ed emozioni perché controllato per qualsiasi motivo, mi devo abituare a sviluppare la mia energia-pensiero molto intensa via etere ( questo sarà sempre più il modo diretto di comunicare nel futuro) come fanno gli astronauti addestrati per i voli spaziali; se ci si esercita, si riesce ad inviare la propria energia-pensiero anche intensamente, cioè la persona cui è diretta, avverte se non distintamente le parole almeno la presenza e in qualche modo comunica energeticamente (è un fenomeno molto comune fra chi ci crede e si esercita); è un esercizio anche piacevole e potente che ci fa sentire uniti nell'energia dell'Uno-Tutto che ci pervade, è un'esperienza bella emozionante perché distanze ostacoli fisici e tempo sono superati, (col tempo diventeremo sempre più padroni delle infinite potenzialità del nostro cervello).

    Tuttavia, per proteggere la nostra privacy occorre capire che è fondamentale dominare la bramosia, l'ingordigia di possedere ogni novità tecnologica uscita sul mercato: cellulari tablet orologi e aggeggi vari sempre più sofisticati e che più acquistiamo prodotti, più apriamo la porta a forze subdole e molto intelligenti e condizionanti la nostra vita privata, vedi FB che può spingere una persona molto sensibile e debole anche a gesti estremi. E' saggio essere consapevoli di tale bramosia di avere il potere illusorio sulla realtà che ci circonda; certo, posso avere ogni tipo di informazione su tutto, dalla salute personale alle situazioni economico-finanziarie e politico-sociali, ma lascio libero ingresso nella mia vita privata all'Intelligenza GOOGLE che mi spia e condiziona. Chi usa ancora, ad esempio, cellulari di prima generazione, è più al sicuro perché non hanno certe caratteristiche che oggi sono il vanto delle case costruttrici più avanzate........

       Inoltre, molte di tali invenzioni tecnologiche mettono alla prova anche eticamente chi le usa, come ad esempio, le auto senza conducente (saranno il futuro molto prossimo dell'automobile), esse creano un problema morale molto grave che non so se le case costruttrici riusciranno a risolvere, esempio pratico: nella marcia dell'auto può capitare l'attraversamento improvviso di un pedone, chi si salverà, il pedone o chi non guida, dato che l'auto segue un preciso programma? Infatti la volontà del conducente è per scelta esclusa...insomma tanti altri problemi; la prova del futuro prossimo sarà di rafforzare sempre più il nostro senso morale che ha come fondamento, la fiducia l'autostima il rispetto e l'amore per se stessi e per il prossimo e il dominio-controllo dei nostri desideri pratici, solo così riusciremo a mantenere libera protetta e attiva la nostra identità profonda e la nostra privacy.....

    P.S.   Chi segue un percorso conoscitivo esoterico antroposofico (R.Steiner), avrà sicuramente riconosciuto l’azione esplicita delle potenti diffuse e penetranti forze Arimaniche, che spingono gli Umani verso il mondo fisico sensibile illudendoli di poterlo dominare per acquisire potere controllo e possesso. La loro manifestazione è molto complessa e mira a creare confusione, continui cambiamenti spesso non consapevoli e continue paure attraverso i mass-media che danno una visione del mondo negativa basata sulla violenza l’aggressività l’egoismo più gretto e l’indifferenza, insomma il contrario dell’amore. Il campo in cui le forze arimaniche si manifestano più apertamente e sottilmente, è quello della comunicazione di massa che diffonde sempre più messaggi negativi distruttivi e condizionanti; ci rientrano anche le più sofisticate innovazioni tecnologiche che invadono la privacy. Allora, chi riconosce Arimane, sa come comportarsi: rafforzare il senso morale, la consapevolezza il rispetto e l’amore, il controllo di tutte le forze che tendono a frammentare l’individuo, a separarlo dal Tutto-Uno, a illuderlo di dominare il mondo fisico sensibile, riflesso speculare della sua interiorità.

    

Blog gennaio 2020 incontro di persone






Blog gennaio 2020 incontro di persone



Blog luglio 2009-06-24

Riflessioni e consigli sui rapporti relazionali

Questo è un articolo già pubblicato nel 2009 con il titolo di “Un incontro di persone: inizio del viaggio alla scoperta di se stessi” suggeritomi da esperienze di persone analizzate con la tecnica della regressione e da persone alla eterna ricerca del compagno/a ideale quasi sempre disillusa….ora, dopo più di 10 anni, le conoscenze e i suggerimenti, qui contenuti, sono più che validi e attuali e stimolano a prendere coscienza del problema: rapporto con altri e ad affrontarlo per risolverlo alla luce dell’energia IO SONO, amore incondizionato…….

Moltissime persone, specie donne, esprimono dissenso nei riguardi del loro compagno/a facendo ragionamenti di questo tipo: - Se a quell’ora di quel giorno, di quel mese di quell’anno non mi fossi trovato/a in quel luogo, in quella circostanza, sicuramente non avrei incontrato lui/lei…. Quindi, mi sarei risparmiato/a diverse sofferenze, esperienze negative, dolori e disillusioni, sarei ora una persona libera con un altro bagaglio di qualità esperienze e conoscenze, non avrei subito impedimenti e danni nel mio cammino di crescita; riconosco che ……….. ha il potere di turbare la pace del mio cuore e della mia mente e mantenermi insoddisfatto/a.

  Tali ragionamenti non si riferiscono solo alla persona con cui si stabilisce una relazione sentimentale, ma anche ad altri tipi di rapporti di amicizia, di lavoro, di parentela acquisita ecc…

Nei colloqui confidenziali che io tengo individualmente con queste persone: amici, conoscenti e interlocutori anche occasionali, devo però dire di un certo livello di consapevolezza, al fine di capire il senso di certe dure esperienze, spesso faccio un domanda provocatoria: - Ma perché allora non esci da questa incresciosa situazione e non te ne crei una migliore, scelta secondo il tuo criterio e intendimento?

Dalla risposta data, capisco immediatamente la posizione karmica della persona nel rapporto con l’altro/a; se i suoi giudizi, sensazioni e pensieri sono semplicemente uno sfogo, è un conto, servono ad una liberazione per poi riaccettare la situazione e procedere oltre; se, invece, c’è dietro una maturazione sofferta, un reale bisogno, non solo emotivo ma vitale e determinato, è un altro, cioè è il segno di un cammino lungo e faticoso verso il raggiungimento di una indipendenza psicofisico e spirituale vicina da conquistare definitivamente, manca l’ultima tappa, allora è il caso di parlarne per programmare un piano di lavoro ad alto livello, prima di tutto per capire il senso dell’esperienza, quindi il significato nascosto e il proposito di tale tipo di prova e stimolo.

Molto spesso risulta che l’incontro con quella data persona apre un capitolo vecchio, con antiche radici nel passato, specie di vite precedenti, fastidioso perché ci obbliga a certi sacrifici, a certi riconoscimenti di aspetti spiacevoli di noi stessi che limitano e condizionano la nostra libertà.

Infatti, per molte persone il rapporto con il proprio partner, specie se conflittuale, è il momento della verità nel senso che dà inizio agli interrogativi esistenziali sul problema dell’essere; che significa ciò? Significa che la sofferenza, la rabbia, la paura e l’impotenza stimolano alcuni interrogativi esistenziali: - Chi sono Io? E’ la prima domanda che scaturisce nella conflittualità per riconoscere ed affermare la nostra identità e dignità; ci costringe ad analizzarci per capire le nostre potenzialità desideri e aspirazioni, le nostre risorse e i nostri limiti ( vengono alla luce prepotentemente gli aspetti del doppio); ma ci domandiamo anche : -Chi è l’altro? Il compagno/a di viaggio che ha i nostri stessi problemi e che è incatenato o ingabbiato nei nostri stessi condizionamenti e batte la testa contro le sbarre della sua prigione come noi; se libero me, libero anche lui/lei.

 L’altro/a fa da specchio e da stimolo a riconoscersi, non si scappa, la crudezza dell’esperienza fa nascere la perplessità, il fastidio e il timore di non riuscire a raggiungere la serena armonia con se stessi, la libera espressione di sentimenti, istinti e impulsi, perché si ha a che fare  con l’altro/a, presenza incancellabile  dalla propria vita (c’è sempre da considerare il tipo di rapporto karmico esistente tra i due: sicuramente sono persone che si sono trattate con odio, cattiveria e gelosia, senza rispetto e amore; tale tipo di rapporto appare evidente durante le regressioni a vite precedenti).

Quindi, ragionando ad un livello superiore, si dovrebbe essere grati a tale tipo di rapporti conflittuali, perché offrono finalmente la possibilità di conoscersi, cambiarsi e maturare crescendo. Chi inizia il cammino verso la conoscenza di sé attraverso l’esperienza conflittuale di amore, può ritenersi fortunato perché tale sentimento è la forza vitale trascinante dell’esistenza e prima o poi si risveglia nel cuore e nella mente di chi è sincero e disponibile.

Altre persone, invece, iniziano il cammino verso la propria realizzazione vivendo esperienze traumatiche, dolorose nella malattia, nella disoccupazione, nei rapporti familiari difficili e nell’impedimento costante alla concretizzazione dei propri ideali.

Il karma individuale è molto vario e strano ma sempre favorevole al risveglio dell’essere, si serve delle esperienze più singolari talvolta per iniziare un cammino di trasformazione: se si riconosce, bene, altrimenti si subisce, si soffre e non ci sono modi diversi dalla consapevolezza, dall’accettazione e dall’amore per sentirsi realizzati.

Oltre alla prima domanda esistenziale: -Chi sono Io? Ne scaturiscono altre a catena: - Cosa voglio Io? La gente è disorientata dalla diffusione di valori consumistici che lì per lì appagano i desideri bassi, voluttuari ma poi lasciano insoddisfatti accrescendo il senso di precarietà, di delusione che stanno lì a ricordare che la soluzione dei problemi sta nell’entrare in se stessi per capirsi; è un lavoro difficile ma l’unico che garantisca risultati finali sicuri.

Comunque il compagno/a sicuro tranquillo positivo spesso rischia di rafforzare gli aspetti egoistici della natura dell’altro/a e quando tutto fila apparentemente liscio, c’è il pericolo di abbandonarsi all’onda inconscia degli impulsi, degli istinti che attutiscono il senso della prova, della sfida necessario ad un sano cammino evolutivo.

Quando, invece, il compagno/a è conflittuale, il contrario di ciò che desideriamo, stimola anzi obbliga ad entrare in noi stessi spingendoci a seguire una disciplina e a sviluppare la consapevolezza e ci domandiamo: - Ma perché proprio a me è capitata questa persona? Quale il senso della mia vita? Per quale motivo provo profondamente una certa familiarità con quei sentimenti che mi suscita e che mi stizziscono tanto? Non è forse che l’egoismo, la durezza, la incomprensione e la cattiveria, la voglia di annientamento che vedo e sento in lui/lei hanno una certa assomiglianza con ciò che sento in fondo al mio animo? Perché non è giusto attribuire la causa dei nostri mali solo agli altri senza riconoscere almeno una nostra minima compartecipazione.

Nei momenti di verità, quelli successivi a dolorose esperienze, mi vengono sprazzi di lucidità: -Io sarò libero, avrò la pace nel cuore e nella mente, potrò sperimentare tutta la tenerezza, l’amore caldo e affettuoso e incondizionato solo quando avrò il pieno dominio di me, di tutte le reazioni consce ed in cosce che si agitano in me continuamente e sarò indipendente  nel mio essere.

Ma devo fare una constatazione reale e sincera: anche se riesco spesso ad entrare in questo stato di grazia in cui mi sento in pace ed armonia con tutto e tutti, mi manca sempre qualcosa che mi completi dandomi la certezza dell’essere: infatti, per quanto riesca ad entrare in sintonia con l’altro/a riconoscendone tutti gli aspetti positivi, mi accorgo che ciò che desidero nel mio cuore e che mi configuro mentalmente nei riguardi di una data persona, in realtà non esiste all’esterno di me, se non in minima parte, ma è fortemente radicato nella mia parte ideale che solo io riesco ad immaginare: è la mia parte divina-ideale. Ciò mi porta a concludere che l’amore perfetto ideale che tutti cerchiamo al di fuori, esiste solamente dentro di noi.

Il massimo della saggezza sta nel riconoscere e vivere dentro di noi l’amore, l’altruismo, la stima per noi stessi e l’aiuto spirituale  che automaticamente si proietteranno sul prossimo.

Allora la tenerezza, la fedeltà, la fiducia e la disponibilità a rendere felici gli altri scaturiranno naturalmente dal nostro cuore.

E’ inutile quindi lamentarsi delle conseguenze di quell’incontro avvenuto proprio in quel paese, in quella città, in quel luogo in quell’ora, di quel giorno di quel mese di quell’anno!!!

E poi occorre abituarsi a considerare gli  aspetti karmici di una relazione con una persona; da indagini fatte con la tecnica della regressione a vite precedenti su individui di diverso livello evolutivo, risulta sempre che c’è stato già un incontro in una precedente esistenza con quella precisa persona e che in questa attuale è data ad ambedue le persone coinvolte la possibilità di recuperare il rapporto, cioè di renderlo armonico, soddisfacente e costruttivo. In questa ottica il discorso si allarga; si possono avere delle risposte esaurienti e reali a precise domande sul perché non c’è armonia in una relazione: - Perché mi tratta male e mi fa soffrire per la sua durezza e insensibilità, rigore e cattiveria, per i suoi mordaci giudizi in ogni situazione?

Ma non ti viene di pensare che tu abbia avuto verso di lui/lei lo stesso comportamento? Che tu lo abbia fatto soffrire? La legge del karma è legge di causa ed effetto non del taglione, giustizia cieca e brutale, ma è quella forza divina che ci aiuta a recuperare con amore ciò che ci manca per arrivare alla perfezione.

Non sono parole consolatorie e formali, nascondono il segreto della vita in continua crescita attraverso le prove e le sfide che, una volta capite, permettono di salire in alto, di perfezionarsi e raggiungere equilibrio serenità e armonia.

Chi segue la via dell’amore, inizia il suo cammino anche da un rapporto sgangherato ma prendendone coscienza avanza, avanza… all’infinito.

Io ho imparato attraverso l’esperienza sofferta che ogni incontro nella mia vita, anche il più apparentemente banale e casuale, ha avuto e ha un significato importante: risvegliarmi alla coscienza che qualsiasi altra persona è come me, ha gli stessi problemi, aspirazioni desideri e mille limiti e ostacoli come me.

Talvolta ancora, per mettermi alla prova, trasgredisco dubitando delle verità più profonde ed evidenti, ma alla fine il mio diavoletto tentatore (il doppio) mi guarda, mi sorride, getta la maschera e mi dice: - Lo so che più ti suscito ribellione, trasgressione e aggressività specie verso chi ti è più vicino, più alla fine prevalgono nel tuo cuore e nella tua mente l’accettazione il perdono e l’amore.

AUTOAFFERMAZIONI:

1)    Io Sono la perfetta conoscenza comprensione e stima dell’altro/a, Io Sono pronto/a a esprimere gioia armonia piacere e benessere in ogni momento della mia vita con lui/lei….Io Sono la forza dell’amore che unisce vivifica e dà un senso all’esistenza……

2)    Io Sono il perfetto potere di amore che risolve e armonizza ogni rapporto con il mio prossimo nella consapevolezza nel rispetto e nella stima reciproca….






giovedì 2 gennaio 2020

blog novembre 2019


Blog novembre 2019

LA SACRALITA’ DELLA NOSTRA ENTITA’ UMANA,

PERFETTA MANIFESTAZIONE DIVINA DELL’IO SONO

    Leggendo con attenzione contenuti o citazioni dai testi sacri biblici, base anche dell’esoterismo occidentale cristiano, concetti come:  SS.Trinità, corpo-tempio del Cristo Gesù ricostruito in 3 giorni dopo la sua resurrezione, essere umano fatto a immagine e somiglianza del Creatore, viene spontaneo ricercare un aggancio concreto con le nostre esperienze umane, con il nostro sentire pensare e agire, altrimenti sono pensieri e concetti che vivono nella testa e possono condizionare certi ragionamenti e comportamenti.

     Ora, in chi segue un cammino di formazione spirituale, si è accesa una nuova coscienza, una consapevolezza attenta che desidera conoscere il legame esistente fra le parole e i concetti dei testi sacri e l’entità Uomo, la scintilla divina e la sua esperienza terrena, perché si avverte un rapporto profondo inconscio fra la realtà spirituale espressa nei testi sacri e il sentire e pensare della nostra coscienza, meglio qualificati ora dagli studi delle nuove scienze.

      Prima di chiarire il senso di tali concetti in rapporto alla creatura umana, è importante e fondamentale spiegare l’atto della creazione da parte del Dio-Creatore   ( nel senso cristiano ma ora è preferibile chiamarlo IO SONO) con la massima umiltà ma con chiarezza e concretezza riferito al pianeta terra e particolarmente alla nostra esistenza su di esso…(seguirò gli insegnamenti contenuti nel libro IO SONO del Conte di Saint-Germain): la terra e tutte le cose visibili ed invisibili che le appartengono, sono la manifestazione esteriore sensibile dell’IDEA di Dio-Creatore, l’UNO, il Pensatore-Creatore…l’IO SONO. Quindi, noi Umani siamo viviamo ed esistiamo come espressione diretta del Creatore (immagine e somiglianza). L’Uno-Tutto ha concepito l’IDEA  della Terra (e di tutto il Cosmo) nella sua Volontà infinita proiettandola nella sua Mente infinita e affidandola all’opera dei suoi Messaggeri viventi della sua Volontà, Entità di Luce, dagli Arcangeli Principati…..fino ai Cherubini Serafini…. che la costruirono portandola in espressione reale nell’esistenza visibile. Noi Umani, Creature divine, abbiamo in noi il desiderio di essere vivere e amare perché è stato seminato nella nostra entità-scintilla dal Creatore, a sua immagine, per cui noi siamo Creatori, con il pensiero, come Lui e obbligati ad agire per realizzarlo ottenendone risultati, noi nel nostro mondo personale e limitato dal tempo spazio, Lui nell’infinito del Cosmo senza limiti di tempo e spazio…..Egli ci ha resi mezzi di espressione coscienti dei suoi divini attributi con la capacità e il potere di manifestare la sua Idea Infinita….perciò, quando pensiamo, anche noi creiamo, non sono parole, ma realtà di fatto.

    Noi Umani siamo mezzi attraverso cui gli attributi divini prendono espressione cosciente in quanto sono in relazione diretta con l’Uno-Tutto manifestando la sua Idea Divina; noi siamo di natura la sua immagine, Angeli di luce, creati con amore e somiglianza, per esprimere la sua Idea, la sua creazione e per legge naturale viviamo nel nostro “contenitore”, il corpo fisico, che è in sostanza il Tempio Vivente in cui è precipitato il suo Attributo Vivente, la nostra Scintilla Divina….

   Allora, quando veniamo a sapere che tutto il Creato è unica energia-pensiero di amore (lo affermano anche i fisici quantici) in continuo fluire, l’idea di essere creati, cioè ideati e immaginati a immagine e somiglianza del Creatore, non è più una astratta verità ma una realtà tangibile; infatti, la mia energia-pensiero che mi consente di operare come cocreatore, mi rende partecipe della natura divina, mi sento con tutta umiltà di far parte dell’energia infinita di amore dell’IO Sono, il Creatore. E’ un’esperienza reale tangibile concreta, sono la scintilla divina di nome e di fatto perché opero, anche inconsciamente, come cocreatore: mi nasce un’idea, poi il desiderio di realizzarla con la volontà e opero, insomma sono partecipe, sono di natura divina come un attributo della infinita ricchezza creativa dell’IO Sono. Così mi spiego la mia capacità naturale di capire e comprendere il Creato e spaziare nei processi spirituali e fisici con il pensiero che ci unisce all’Uno-Tutto ma soprattutto di sentire e realizzare l’Amore, la forza Amore base creativa dei mondi. Tale consapevolezza di essere di natura divina, senza presunzione deve essere sempre più riconosciuta affermata e sviluppata per raggiungere lo stato della Maestria che consente di divenire operatori reali di Luce con conseguenze altamente positive anche sulla griglia energetica del pianeta Terra.

     Perciò, che relazione intercorre fra il contenuto spirituale energetico della nostra scintilla divina, differenziato, a) in un aspetto cosciente, l’Io che pensa e crea, b) in un aspetto emozionale, animico, sentimenti emozioni e passioni e il suo contenitore, il corpo fisico? Ecco il concetto-immagine che la rappresenta meravigliosamente: l’energia-pensiero dell’Io Sono attrae e modella con la sua energia vitale tutte le sostanze fisiche formando il Tempio (corpo) perfetto indistruttibile e immortale, nella sua essenza energetica; infatti, anche dopo il trapasso, tutto è energia, il fisico ritorna alla terra, la scintilla segue i processi spirituali per poi ritornare nella successiva reincarnazione.

    Quindi il corpo fisico è il Tempio in cui è racchiusa una Triade=Trinità, costituita, a) dalla scintilla divina=attributo dell’Io Sono, spirito individuale, b) e dalle doti personali che lo caratterizzano, c) e si manifestano attraverso lo strumento fisico (il corpo); tale è la corrispondenza con la SS. Trinità di cui si parla nei testi biblici.

    Pertanto i concetti-verità di SS Trinità, tempio-corpo, uomo creato a immagine e somiglianza del Creatore, assumono ora un carattere veramente sacro intimo e anche concreto e tangibile che valorizzano ancora di più la natura umana veramente, a questo punto, d i v i n a.

     Per riassumere e concludere: i concetti-verità espressi nei testi sacri, hanno una rispondenza reale tangibile, finalmente umana che ci stimola sempre più a conoscerla svilupparla e valorizzarla. Quando ci riferiamo e nominiamo l’Io Sono in rapporto alla nostra entità, noi evochiamo un’energia poderosa universale che ha creato i mondi ed è in noi pronta a sostenerci e guidarci….nell’attuale momento storico l’incontro con l’Io Sono è fortemente facilitato, ne dobbiamo approfittare con gratitudine e gioia.   

domenica 10 novembre 2019

blog luglio 2019


Blog luglio 2019 Strategia x espans



LA STRATEGIA PER ENTRARE DA MAESTRI NEL PROCESSO DI ESPANSIONE           DELLA CONSAPEVOLEZZA E DELL'AMORE



     Siamo tutti d'accordo che per salire di livello evolutivo la nostra scintilla divina attira naturalmente sfide prove e opportunità da affrontare e superare per  riconoscersi affermarsi e rafforzarsi, ciò è nel corso naturale di ogni processo di crescita. Chi ha un buono stato di consapevolezza si sente in grado di vedere la propria vita e quella altrui da una posizione diversa, capisce più a fondo esperienze rapporti e situazioni ed eventi, li vede e valuta sempre più positivamente.

      Questa è la prima operazione interiore da farsi: sforzarsi di comprendere sviluppando controllo emotivo e mentale che sicuramente renderà più facile l'apprezzamento della propria scintilla divina e di conseguenza del mondo che ci circonda, natura e umanità. Ma esiste e si fa molto sentire la difficoltà di liberarsi dalla massa di condizionamenti che ci portiamo dal passato: abitudini radicate e schemi mentali, forme-pensiero regole e credenze, voti e promesse negativi, e influenze anche esterne, culturali religiose e sociali, in sostanza il contenuto quale bagaglio  psicomentale che ci caratterizza con il ricordo delle esperienze karmiche passate. Tali contenuti ci impediscono di entrare nella Nuova Energia, la Nuova visione di Vita.

       Quale strategia occorre praticare per entrare nel processo di espansione della coscienza? La base di partenza è sempre la stessa: fare il punto della situazione interiore, aspetti positivi e negativi superati che ci sostengono e rafforzano nel nostro cammino e capire quello di cui liberarci....................Non è facile liberarsi tutto di un colpo dei residui karmici presenti e attivi come condizionamenti nella nostra Akasha....sono i risultati di vite e vite di sofferenze dolori ricordi, credenze negative blocchi mentali abitudini e influenze ma la potenza del pensiero-amore è decisamente superiore ad ogni ostacolo, l'energia-pensiero discioglie il negativo e costruisce la nuova realtà, qui e ora che suggerisce nuovi atteggiamenti comportamenti e schemi mentali ed eleva il livello energetico. Si vive una nuova condizione di vita, si diventa cocreatori delle proprie esperienze, negative e positive, assumendosene meriti e responsabilità; l'energia-pensiero è determinante nel creare le nuove immagini e forme pensiero. Come si può canalizzare l'energia? Attraverso le formule di autoaffermazione mirate; allora, è molto importante capire bene i termini del problema da risolvere e creare le giuste formule personalizzate.

        Sorge una domanda pratica: come recitarle perché abbiano il loro massimo effetto? Noi seguiamo la via cosciente cioè la recita al presente, qui e ora, in stato di piena veglia con intenzione emozione e passione ma ci è stato consigliato, attraverso una canalizzazione di un'alta entità, di recitarle anche in stato theta, stato presonno o che si assume durante la regressione, perché le parole con le loro vibrazioni possano penetrare nell'inconscio e attuare le forme-pensiero espresse; è, come dicevo prima, la naturalezza spensierata del bimbo che desidera sogna e gioisce. Quindi, ascoltare le formule registrate per almeno 15-20 minuti nelle migliori condizioni: quando si riposa o si compie un'azione pratica, in metro con le cuffiette o in altre occasioni sforzandosi di essere sempre positivi. Gli effetti sono decisamente la cancellazione dei residui karmici negativi dalla nostra Akasha, quindi, si discioglie il vecchio karma, la vecchia energia e ci si  apre alla Nuova.

         Ecco perché arriva la malattia, è l'ultimo stadio di un processo in atto da vite perché sia risolto una volta per tutte; la patologia è il concentrato di esperienze e ricordi di sofferenze dolori ed errori, credenze e abitudini negative che ora si possono disciogliere e con il dolore ma con la consapevolezza del magistro/a.

         Riflessioni sulla efficacia o meno delle autoaffermazioni: da scambi di esperienze fra addetti ai lavori risulta che non sempre le formule ottengono l'effetto sperato cioè l'autoguarigione o il potenziamento delle proprie energie. Perché? Perché, mentre si recitano le formule, rimane nel subconscio sempre o quasi, un pesante residuo negativo condizionante che ostacola il libero fluire energetico (lo possiamo chiamare il grande sabotatore, che annulla ogni progresso); si può esprimere con questi termini: Illusoooo!!! Che ti credi di risolvere a parole un grave problema  (fisico o psichico)? Ma lascia stare, non perdere tempo inutilmente...vai dal dottore se non ti passa e forse risolverai......!!!!

         Insomma annullamento sarcastico di notevoli potenzialità di guarigione, perché effetti positivi e molto spesso risolutivi dell'autoterapia ci sono e si possono decisamente ottenere....come? Recitando con emozione intenzione e con la passione dell'innamorato o la naturalezza e spontaneità del bimbo quando desidera fortemente una cosa; l'intensità dell'emozione (cuore)attacca e discioglie i residui karmici negativi e crea forme-pensiero altamente positive che generano nuovi pensieri e modelli in cui fluisce l'energia pensiero-amore....0ccorre però formulare l'affermazione giusta. Con esercizi e una certa sensibilità si può riuscire a creare formule efficaci…  i magistri/e con la loro conoscenza sono in grado di farlo anche con ottimi risultati personali.

         Per concludere saggiamente: per rafforzare la scintilla divina propria e altrui, non ci sono problemi......quindi, per risolvere problemi di carattere psico-spirituale, le formule sono molto efficaci, ma per risolvere problemi fisici di malattia occorre affiancarle, ben mirate, alle terapie del caso.....ci sono diverse testimonianze positive di cui parleremo prossimamente; quindi, unire le formule ai farmaci e alle terapie per guarire determinate patologie può essere il modo vincente per recuperare salute ed equilibrio psicospirituale.

blog ottobre 2019


Blog ottobre 2019             



LA VIA COSCIENTE DI PARTECIPAZIONE, DA INDIVIDUI CONSAPEVOLI,  AL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE GLOBALE E DI CAMBIAMENTO NELLA LUCE DEL PIANETA TERRA  



     E’ una verità certa ormai acquisita nel bagaglio di conoscenze spirituali, che è in atto su Madre Terra una trasformazione globale, un rinnovamento del modo di pensare e vivere; sembra che tutti i ritmi di vita siano più veloci e incalzanti, anche il clima è in fase di cambiamento come particolarmente il campo monetario e finanziario, l’economia e la politica internazionale in modo molto profondo (ciò che avviene in terra, accade pria in cielo, così recita un aforisma sempre valido). Noi Umani, che abitiamo la Madre Terra siamo direttamente interessati e ne siamo in sostanza gli strumenti-artefici: nelle nostre coscienze, nei nostri cuori e menti avvengono le lotte profonde tra il principio della Luce e quello dell’Ombra, l’oscuro che da sempre contrasta sottilmente e capillarmente l’impulso della Scintilla Divina all’Amore-fratellanza pace equilibrio e rispetto, all’Unione-collaborazione e condivisione dei popoli, la Voce del principio puro dell’Amore Incondizionato dell’Io Sono, che trionferà ma attraverso  lotte e conflitti, prove continue e sfide.

     Gli individui consapevoli sono sempre con i piedi a terra, spiritualità concreta, e avvertono l’impulso di Luce, l’energia universale dell’Uno-Tutto che pervade ogni cosa ed è la spinta vitale continua su tutti i livelli, pratico e spirituale, ad agire seguendo il libero arbitrio; la domanda specifica che si pongono in questa fase storica fondamentale è la seguente: - Come partecipare attivamente a questo processo universale di rinnovamento e cambiamento? Infatti, qualsiasi evento anche a livello planetario o trasformazione deve passare attraverso la coscienza individuale per essere compreso e attuato e diventare acquisizione stabile di una qualità o capacità che si aggiunge al complesso e ricco bagaglio delle doti umane  accompagnando il cammino della comunità umana, formata da individui, verso la perfezione.

    Allora, il primo sforzo consapevole da farsi è orientarsi nel caos di notizie e informazioni pilotate ad arte diffuse quotidianamente dai mass-media per creare paure disordine incertezze sfiducia e disorientamento, dominando le reazioni inconsce negative….in tali momenti è molto facile manovrare e condizionare le anime-persone….E’ importante riconoscere che in noi esiste come un demone multiforme che in mille occasioni si insinua nelle nostre menti e nei nostri cuori deformando la realtà; suscita egoismo puro e indifferenza, rivalità e calcolo, evasione dai doveri e l’idea che il denaro e il potere possano sempre vincere, offusca la coscienza e tutto diventa motivo di paura e disordine, violenza e aggressività oppure di brama di ricchezza e di potere; comunque il demone crea emozioni sentimenti pensieri e azioni fortemente legati alla realtà fisica con le sue influenze politico-sociali condizionanti e addirittura climatiche che diventano paure rabbia e senso di impotenza e insicurezza…… secondo questa logica non esiste altra realtà al di fuori di quella fisica materiale in cui viviamo.

      Esistono ancora altre influenze ostacolatrici che ci distolgono dalla nostra vera autentica e consapevole partecipazione di cui magistri/e e persone consapevoli devono tenere conto: distacco quasi totale dalla realtà materiale per sentirsi “qualcuno” nella propria testa,  convinti che la realtà visibile non merita di essere vissuta e tantomeno apprezzata; desiderio di evasione nella conoscenza esclusiva, nell’arte e nelle attività più particolari al solo scopo di appagare l’egoità, il bisogno di sentirsi superiori agli altri in una dimensione irreale fatiscente arroccata nei propri valori e lontana da una vita concreta che richiede partecipazione attiva e responsabile. Tali influssi sono presenti anche in quelle persone che sembrano di alto livello spirituale ma in realtà sono afferrate dal desiderio di emergere sulla massa senza apportare benefici reali al prossimo, sono i falsi spiritualisti. Il Maestro/a  e il consapevole lavorano interiormente per riconoscere e stanare questi due impulsi ostacolatori usando tecniche varie e in tal modo partecipano coscientemente e attivamente al rinnovamento e alla trasformazione globale di Madre Terra.

        La tecnica più efficace risulta essere quella ispirata e sostenuta dall’energia di Amore Incondizionato dell’Io Sono, con autoaffermazioni, che soddisfa consapevolmente le reali esigenze del nostro tempo, ora di rinnovamento. L’individuo, che forma la comunità, quando consapevolmente avverte questi influssi e impulsi egoici troppo forti, li deve analizzare, non scartare, per controllarli gestirli e trasformarli in emozioni e sentimenti, pensieri e azioni positive e ispirate all’amore, al rispetto della propria e altrui dignità e al bene del prossimo: allora,parteciperà attivamente al rinnovamento epocale della società in cui vive e di conseguenza del pianeta terra, altrimenti cosa può fare concretamente?

      Porto alcuni esempi reali per dimostrare cosa significa rinnovamento cambiamento e trasformazione nel nostro modo di pensare ed agire: racconto in sintesi il mio rapporto con Angela, una mia cara amica… continui alti e bassi nell’umore e nel comportamento reciproco…mi suscita talvolta fastidio disagio intolleranza e rabbia….le mie azioni verso di lei sono di difesa e attacco, capisco che mi usa abilmente e la vorrei colpire per farle capire che ho capito, risveglia in me reazioni d’istinto (mi controllo sempre)…è un rapporto karmico antico che richiede consapevolezza rispetto e amore  per perfezionarlo. Allora, quando reagisco d’istinto, sono nel vecchio modo di pensare e agire, mi si risvegliano emozioni sentimenti e pensieri ostacolatori, rimango legato alla vecchia energia, insoddisfatto negativo a basso livello energetico…..quando invece mi sento centrato nella nuova energia, scatta in me l’amore-comprensione, la capisco e riconosco in lei le qualità positive, le perdono tutto e le vado incontro con simpatia “donandole” la mia energia positiva, l’apprezzamento e la stima senza secondi fini: MIRACOLO!!!! Mi confida con tenerezza i suoi problemi (sfiducia, paure disistima tristezza…) e si affida a me completamente; allora posso costruire un nuovo rapporto di fiducia consapevolezza e condivisione….questo è un modo di cambiare e rinnovarsi con accettazione comprensione e perdono, rispetto apprezzamento e amore che si può vivere in tutte le relazioni personali da quelle sentimentali a quelle sociali di lavoro e oltre…..In tale stato energetico mi sento felice, pieno di amore e soddisfatto totalmente…..condivisione di emozioni pensieri e sentimenti…..è a livello personale ciò che si deve realizzare a livello globale planetario…. Solo se si lavora individualmente, si opererà energeticamente sul tutto….

      Anche nei rapporti di lavoro occorre essere molto consapevoli di quanto si agita nella nostra interiorità, spesso, al negativo,  conflitti frustrazione e insoddisfazione, rabbia paure e complessi di non essere all’altezza della situazione oppure, al positivo, piena soddisfazione consapevolezza e piacere di esprimere e concretizzare le proprie idee valori e intenzioni. Infatti è difficile avere un buon rapporto con il proprio lavoro, quello attirato per ragioni  karmiche, perché in esso si riversa tutto il nostro essere, pensieri sentimenti ed emozioni, per cui, se siamo in piena armonia con  noi stessi, il lavoro ci gratifica, operiamo con interesse entusiasmo e profonde motivazioni e creatività, siamo una forza che trascina, altrimenti dobbiamo fare in modo di capire le cause della frustrazione e lavorare su di essa per discioglierla e sostituirla con piacere positività e nuovi interessi stimolanti.

        Se riflettiamo, ci accorgiamo che anche il problema del lavoro è sempre una sfaccettatura dello stesso problema dell’”essere” che richiede la stessa tecnica per risolverlo: accettazione di ogni situazione per capirla nei suoi più intimi aspetti e stabilire il comportamento da assumere per realizzare con costanza quella centratura, quello stato d’animo di piena consapevolezza che permette di partecipare al vero rinnovamento e trasformazione in armonia con la richiesta dei tempi…..

      Per concludere è giusto e saggio ripetere che il rafforzamento della fiducia in sé, dell’autostima e dell’apprezzamento personale e consapevole, sono gli strumenti giusti per partecipare a qualsiasi trasformazione, cambiamento e rinnovamento jn modo semplice diretto e costruttivo….sono valide tutte le tecniche che portano a realizzare tali obiettivi. Quindi, se lavoriamo al miglioramento di noi stessi, partecipiamo attivamente  al rinnovamento dell’energia del pianeta ma non è ancora tutto ciò che possiamo fare….Infatti, sappiamo che altissime Entità hanno interesse alla nostra evoluzione e ci aiutano, salvando sempre il nostro libero arbitrio, con i loro influssi che lavorano sul nostro inconscio: intuizioni idee e pensieri rinnovatori e altamente positivi sono spesso i loro riflessi se siamo in linea con la loro energia (amore incondizionato);pertanto, noi possiamo invocarli e chiedere il loro aiuto con le giuste preghiere.

        Oltre agli angeli, che lavorano con le singole persone, e agli arcangeli, che lavorano con i popoli, sono fortemente attive altre Entità più alte, quelle che nelle scuole occulte sono chiamate Arcai o Principati cioè gli Spiriti del Tempo, che guidano l’Umanità intera al raggiungimento di specifici obiettivi evolutivi, ora rinnovamento e trasformazione in nome dell’Amore Incondizionato che ogni individuo e popolo devono realizzare, nella piena libertà e rispetto. Ebbene, proprio queste dobbiamo invocare per essere sostenuti illuminati guidati e protetti nel nostro cammino di crescita su Madre Terra.

 Alcune preghiere (ma ognuno dovrebbe creare le proprie):

1) Altissime Entità, Angeli Arcangeli e Principati che guidate l’evoluzione umana nella luce dell’Io Sono, aiutate illuminate sostenete e guidate me e i responsabili della pace unione e collaborazione dei popoli su Madre Terra.



  2)  Io Sono, spirito di luce amore e giustizia, guidami e sostienimi, proteggimi e aiutami a migliorare me stesso con consapevolezza entusiasmo e fede incrollabile contribuendo attivamente alla trasformazione e al rinnovamento dell’energia di Madre Terra….

       Se lavoriamo con vero impegno costanza ed entusiasmo su noi stessi in armonia con gli spiriti del tempo, daremo consapevolmente il massimo contributo alla trasformazione globale del nostro pianeta e di noi stessi.