domenica 14 ottobre 2018

blog settembre secondo 2018


Blog settembre secondo 2018

Un modo consapevole ed efficace di vivere la quotidianità

        Il quotidiano è per chi vuole sviluppare la consapevolezza di vivere serenamente da attore-regista la propria vita, un’occasione continua di crescita da non perdere; il malessere quotidiano che tutti viviamo, prima con le emozioni e poi mentalmente, nasconde in sé ma fa riscoprire molti aspetti oscuri del nostro bagaglio di vite, che offrono tante possibilità di farci capire e verificare le nostre esperienze e ciò che abbiamo appreso, di esprimere l’essenza della nostra scintilla divina per aiutarci a comprendere perdonare amare e aiutare anche il prossimo. Nel quotidiano vive nascostamente e si esprime il nostro passato ma ci sono i semi pronti a germogliare del nostro presente-futuro. Esso può recare con sé il malessere, la scontentezza e l’insoddisfazione, la paura e il senso di colpa e la coscienza talvolta di non essere all’altezza di una situazione, un modo di vivere stancante pesante specie quando si aggiungono anche malattie fisiche.
       Non voglio essere pessimista e negativo ma ad ognuno di noi si apre la mattina o la sera spesso un quadro davanti agli occhi della mente dai colori oscuri con qualche sprazzo di luce come lampi che sarebbe saggio cogliere e scoprire. Questo per chi si abbandona alle reazioni istintive agli eventi situazioni e rapporti e vive condizionato da schemi mentali comuni: guadagno subito, benessere ad ogni costo, non sofferenze né sacrifici, no vecchiaia, tutti i desideri realizzati, essere sempre al centro dell’attenzione.
        Non è così però per chi ricerca e sviluppa la consapevolezza; ogni evento situazione e ogni stato d’animo e corrente di emozioni sentimenti e pensieri familiari, cioè persistenti, ci riportano qualcosa del nostro passato, sono spesso messaggi che occorre interpretare con consapevolezza e gratitudine; infatti ci fanno entrare in un campo energetico animato da pensieri sentimenti ed emozioni negative di cui è necessario liberarsi: come?
        Esempio: 1) malattia propria grave o sconosciuta o di persona cara; si accende un turbine di domande che si possono sintetizzare in queste: riuscirò/à a superarla senza sofferenze? Sopravviverò/à in condizione dignitosa “umana” e ancora autonoma?
2)  Rapporto con se stessi e con gli altri: sfiducia insicurezza e paura di essere abbandonati, di non essere in grado di affrontare situazioni difficili, insoddisfazione mancanza di volontà e coraggio: chi sono? Quanto valgo? Quanto mi stimano e mi vogliono bene gli altri?
3) Condizioni economiche: gliela farò a pagare le bollette e a sostenere spese varie? Avrò una certa indipendenza economica o dovrò sempre combattere per sopravvivere? Riuscirò a realizzare i miei progetti? 
4) Relazioni sentimentali che creano spesso sofferenza disillusioni e paure, disagi ma anche gioia piacere e soddisfazione: gli/le piaccio o no? Mi ama o no? Mi stima e apprezza? E’ attaccato/a a me?..................
      Ogni momento della giornata presenta “il conto” nel senso che si accendono stati d’animo con relativi perché; il consapevole Magistro/a è sempre in attività per capire e rispondersi (è l’attività che lo distingue) e trova sempre il modo di risolvere le negatività entrando in un alto livello energetico. Il non consapevole no, subisce l’alternarsi dei flussi energetici contrastanti e cerca di barcamenarsi.
       A questo punto è opportuno suggerire un modo una tecnica sperimentata semplice ed efficace per suscitare subito fiducia energia attiva e produttiva, sembra l’uovo di Colombo, ma è reale se naturalmente la si pratica.
     Esempio: se si sta svolgendo un’attività pratica di qualsiasi tipo, dal lavare i piatti alla telefonata di lavoro, dal parlare con una persona allo svolgere una pratica o portare a spasso il cane ,,,,,, è consigliabile compiere l’azione alla perfezione per scelta con piacere creatività esprimendo il meglio di sé, così si rafforza la          volontà di scegliere e decidere, la fiducia nelle proprie capacità, l’autostima provando anche grande soddisfazione per i risultati. Infatti, vivendo con intenzione ed entusiasmo il presente si bruciano tutti i residui karmici nel subconscio e si utilizza l’occasione opportuna di crescere realizzando desideri aspirazioni e progetti nel flusso positivo della vita. Noi abbiamo continuamente bisogno di essere rassicurati stimati considerati e amati e vivere la quotidianità, come detto, è un notevole contributo di rassicurazione e crescita.
      Un po’ più difficile, perché più impegnativo, è quando vogliamo disciogliere e superare il disagio interiore che nasce spontaneo, ci vuole consapevolezza intenzione e pazienza, Maestria. Esempio: se si avverte una sensazione di paura disagio insicurezza e insoddisfazione, se ci si proietta nel futuro in negativo, occorre prima di tutto capire cosa sta succedendo nel subconscio, con attenzione e pazienza si riesce e poi intervenire con i propri mezzi. Ognuno ha i propri, io ne suggerisco alcuni sperimentati: affidarsi con la preghiera al Cielo, leggere qualcosa che stimoli la saggezza o faccia provare piacere, ascoltare musica buona terapeutica, vedere il bello, arte o natura, creare qualcosa di nuovo e interessante, ripensare a qualche evento bello piacevole vissuto,  parlare di cose alte e positive con amici, divertirsi e svagarsi con semplicità e molto piacere  e cercare di riconoscere e apprezzare ciò che si è e si ha, anche piccole cose apparentemente insignificanti possono dare godimento e gratificazione; insomma, dare apprezzamento e valore a ciò che ci circonda nel presente, messaggero di vita passata aperta al futuro che sta nelle nostre mani.
         Questi esercizi in realtà offrono molte occasioni di riscoprire mille possibilità di apprendere cose nuove, di verificare ciò che abbiamo appreso e di rafforzare la nostra scintilla divina nell’amare nel donare e aiutare il prossimo. Il quotidiano è il campo di sperimentazione e realizzazione dei nostri desideri e aspirazioni, valori e ideali, ci accorgiamo di possedere grandi tesori nascosti di saggezza, notevoli capacità e doti da comunicare agli altri. Quando compendiamo l gioco e le sue regole, per operare possiamo praticare la Magia del vivere in serenità trasformando le opportunità in occasioni di trasformazioni cambiamenti e rinnovamenti. La Magia è accesa e alimentata anche dalla gioia dall’entusiasmo e dalla leggerezza dell’anima che si allena in ogni occasione a vedere e a godere il positivo.
        Per concludere: il Quotidiano è l’occasione che il Cielo mette a disposizione di chi ha buona volontà per capire vivendo come superare il karma passato e creare il Nuovo positivo, favorevole a realizzare desideri aspirazioni e sogni; non si può trascurarlo lasciandole scorrere senza prenderne consapevolezza, senza viverlo con passione entusiasmo gioia e gratificazione. Per sentirsi vivi occorre viverlo da attori-registi con intenzione coraggio fantasia e sogno, affrontando i flutti del mare in tempesta sapendo che tutto poi si calma. La quotidianità è il modo per sentirsi efficienti attivi creativi e lottatori, non esistono limiti, l’età il sesso la condizione economico-sociale e culturale sono soltanto condizioni illusorie; è l’anima che vive si sperimenta e gioisce o soffre ma è lei che, giustamente allenata, alla fine vince.
      Ecco la soddisfazione di sentirsi realizzati, vivi e soddisfatti come campioni sul campo di gara.

Formule: 1) Io Sono la calda energia di Amore Incondizionato….vivo con entusiasmo efficienza creativa e piacere i miei desideri progetti e sogni; amo e apprezzo con fiducia ciò che faccio qui e ora……..e vinco.
2)  Io Sono l’energia vitale dell’Uno-Tutto, apro il mio cuore e la mia mente al continuo flusso energetico di positività e bellezza, gioia e gratitudine per apprezzare e godere del piacere di essere vivere e amare………….e vinco.







 Blog settembre secondo 2018


Un modo consapevole ed efficace di vivere la quotidianità

        Il quotidiano è per chi vuole sviluppare la consapevolezza di vivere serenamente da attore-regista la propria vita, un’occasione continua di crescita da non perdere; il malessere quotidiano che tutti viviamo, prima con le emozioni e poi mentalmente, nasconde in sé ma fa riscoprire molti aspetti oscuri del nostro bagaglio di vite, che offrono tante possibilità di farci capire e verificare le nostre esperienze e ciò che abbiamo appreso, di esprimere l’essenza della nostra scintilla divina per aiutarci a comprendere perdonare amare e aiutare anche il prossimo. Nel quotidiano vive nascostamente e si esprime il nostro passato ma ci sono i semi pronti a germogliare del nostro presente-futuro. Esso può recare con sé il malessere, la scontentezza e l’insoddisfazione, la paura e il senso di colpa e la coscienza talvolta di non essere all’altezza di una situazione, un modo di vivere stancante pesante specie quando si aggiungono anche malattie fisiche.
       Non voglio essere pessimista e negativo ma ad ognuno di noi si apre la mattina o la sera spesso un quadro davanti agli occhi della mente dai colori oscuri con qualche sprazzo di luce come lampi che sarebbe saggio cogliere e scoprire. Questo per chi si abbandona alle reazioni istintive agli eventi situazioni e rapporti e vive condizionato da schemi mentali comuni: guadagno subito, benessere ad ogni costo, non sofferenze né sacrifici, no vecchiaia, tutti i desideri realizzati, essere sempre al centro dell’attenzione.
        Non è così però per chi ricerca e sviluppa la consapevolezza; ogni evento situazione e ogni stato d’animo e corrente di emozioni sentimenti e pensieri familiari, cioè persistenti, ci riportano qualcosa del nostro passato, sono spesso messaggi che occorre interpretare con consapevolezza e gratitudine; infatti ci fanno entrare in un campo energetico animato da pensieri sentimenti ed emozioni negative di cui è necessario liberarsi: come?
        Esempio: 1) malattia propria grave o sconosciuta o di persona cara; si accende un turbine di domande che si possono sintetizzare in queste: riuscirò/à a superarla senza sofferenze? Sopravviverò/à in condizione dignitosa “umana” e ancora autonoma?
2)  Rapporto con se stessi e con gli altri: sfiducia insicurezza e paura di essere abbandonati, di non essere in grado di affrontare situazioni difficili, insoddisfazione mancanza di volontà e coraggio: chi sono? Quanto valgo? Quanto mi stimano e mi vogliono bene gli altri?
3) Condizioni economiche: gliela farò a pagare le bollette e a sostenere spese varie? Avrò una certa indipendenza economica o dovrò sempre combattere per sopravvivere? Riuscirò a realizzare i miei progetti? 
4) Relazioni sentimentali che creano spesso sofferenza disillusioni e paure, disagi ma anche gioia piacere e soddisfazione: gli/le piaccio o no? Mi ama o no? Mi stima e apprezza? E’ attaccato/a a me?..................
      Ogni momento della giornata presenta “il conto” nel senso che si accendono stati d’animo con relativi perché; il consapevole Magistro/a è sempre in attività per capire e rispondersi (è l’attività che lo distingue) e trova sempre il modo di risolvere le negatività entrando in un alto livello energetico. Il non consapevole no, subisce l’alternarsi dei flussi energetici contrastanti e cerca di barcamenarsi.
       A questo punto è opportuno suggerire un modo una tecnica sperimentata semplice ed efficace per suscitare subito fiducia energia attiva e produttiva, sembra l’uovo di Colombo, ma è reale se naturalmente la si pratica.
     Esempio: se si sta svolgendo un’attività pratica di qualsiasi tipo, dal lavare i piatti alla telefonata di lavoro, dal parlare con una persona allo svolgere una pratica o portare a spasso il cane ,,,,,, è consigliabile compiere l’azione alla perfezione per scelta con piacere creatività esprimendo il meglio di sé, così si rafforza la          volontà di scegliere e decidere, la fiducia nelle proprie capacità, l’autostima provando anche grande soddisfazione per i risultati. Infatti, vivendo con intenzione ed entusiasmo il presente si bruciano tutti i residui karmici nel subconscio e si utilizza l’occasione opportuna di crescere realizzando desideri aspirazioni e progetti nel flusso positivo della vita. Noi abbiamo continuamente bisogno di essere rassicurati stimati considerati e amati e vivere la quotidianità, come detto, è un notevole contributo di rassicurazione e crescita.
      Un po’ più difficile, perché più impegnativo, è quando vogliamo disciogliere e superare il disagio interiore che nasce spontaneo, ci vuole consapevolezza intenzione e pazienza, Maestria. Esempio: se si avverte una sensazione di paura disagio insicurezza e insoddisfazione, se ci si proietta nel futuro in negativo, occorre prima di tutto capire cosa sta succedendo nel subconscio, con attenzione e pazienza si riesce e poi intervenire con i propri mezzi. Ognuno ha i propri, io ne suggerisco alcuni sperimentati: affidarsi con la preghiera al Cielo, leggere qualcosa che stimoli la saggezza o faccia provare piacere, ascoltare musica buona terapeutica, vedere il bello, arte o natura, creare qualcosa di nuovo e interessante, ripensare a qualche evento bello piacevole vissuto,  parlare di cose alte e positive con amici, divertirsi e svagarsi con semplicità e molto piacere  e cercare di riconoscere e apprezzare ciò che si è e si ha, anche piccole cose apparentemente insignificanti possono dare godimento e gratificazione; insomma, dare apprezzamento e valore a ciò che ci circonda nel presente, messaggero di vita passata aperta al futuro che sta nelle nostre mani.
         Questi esercizi in realtà offrono molte occasioni di riscoprire mille possibilità di apprendere cose nuove, di verificare ciò che abbiamo appreso e di rafforzare la nostra scintilla divina nell’amare nel donare e aiutare il prossimo. Il quotidiano è il campo di sperimentazione e realizzazione dei nostri desideri e aspirazioni, valori e ideali, ci accorgiamo di possedere grandi tesori nascosti di saggezza, notevoli capacità e doti da comunicare agli altri. Quando compendiamo l gioco e le sue regole, per operare possiamo praticare la Magia del vivere in serenità trasformando le opportunità in occasioni di trasformazioni cambiamenti e rinnovamenti. La Magia è accesa e alimentata anche dalla gioia dall’entusiasmo e dalla leggerezza dell’anima che si allena in ogni occasione a vedere e a godere il positivo.
        Per concludere: il Quotidiano è l’occasione che il Cielo mette a disposizione di chi ha buona volontà per capire vivendo come superare il karma passato e creare il Nuovo positivo, favorevole a realizzare desideri aspirazioni e sogni; non si può trascurarlo lasciandole scorrere senza prenderne consapevolezza, senza viverlo con passione entusiasmo gioia e gratificazione. Per sentirsi vivi occorre viverlo da attori-registi con intenzione coraggio fantasia e sogno, affrontando i flutti del mare in tempesta sapendo che tutto poi si calma. La quotidianità è il modo per sentirsi efficienti attivi creativi e lottatori, non esistono limiti, l’età il sesso la condizione economico-sociale e culturale sono soltanto condizioni illusorie; è l’anima che vive si sperimenta e gioisce o soffre ma è lei che, giustamente allenata, alla fine vince.
      Ecco la soddisfazione di sentirsi realizzati, vivi e soddisfatti come campioni sul campo di gara.

Formule: 1) Io Sono la calda energia di Amore Incondizionato….vivo con entusiasmo efficienza creativa e piacere i miei desideri progetti e sogni; amo e apprezzo con fiducia ciò che faccio qui e ora……..e vinco.
2)  Io Sono l’energia vitale dell’Uno-Tutto, apro il mio cuore e la mia mente al continuo flusso energetico di positività e bellezza, gioia e gratitudine per apprezzare e godere del piacere di essere vivere e amare………….e vinco.























 Blog settembre secondo 2018

Un modo consapevole ed efficace di vivere la quotidianità

        Il quotidiano è per chi vuole sviluppare la consapevolezza di vivere serenamente da attore-regista la propria vita, un’occasione continua di crescita da non perdere; il malessere quotidiano che tutti viviamo, prima con le emozioni e poi mentalmente, nasconde in sé ma fa riscoprire molti aspetti oscuri del nostro bagaglio di vite, che offrono tante possibilità di farci capire e verificare le nostre esperienze e ciò che abbiamo appreso, di esprimere l’essenza della nostra scintilla divina per aiutarci a comprendere perdonare amare e aiutare anche il prossimo. Nel quotidiano vive nascostamente e si esprime il nostro passato ma ci sono i semi pronti a germogliare del nostro presente-futuro. Esso può recare con sé il malessere, la scontentezza e l’insoddisfazione, la paura e il senso di colpa e la coscienza talvolta di non essere all’altezza di una situazione, un modo di vivere stancante pesante specie quando si aggiungono anche malattie fisiche.
       Non voglio essere pessimista e negativo ma ad ognuno di noi si apre la mattina o la sera spesso un quadro davanti agli occhi della mente dai colori oscuri con qualche sprazzo di luce come lampi che sarebbe saggio cogliere e scoprire. Questo per chi si abbandona alle reazioni istintive agli eventi situazioni e rapporti e vive condizionato da schemi mentali comuni: guadagno subito, benessere ad ogni costo, non sofferenze né sacrifici, no vecchiaia, tutti i desideri realizzati, essere sempre al centro dell’attenzione.
        Non è così però per chi ricerca e sviluppa la consapevolezza; ogni evento situazione e ogni stato d’animo e corrente di emozioni sentimenti e pensieri familiari, cioè persistenti, ci riportano qualcosa del nostro passato, sono spesso messaggi che occorre interpretare con consapevolezza e gratitudine; infatti ci fanno entrare in un campo energetico animato da pensieri sentimenti ed emozioni negative di cui è necessario liberarsi: come?
        Esempio: 1) malattia propria grave o sconosciuta o di persona cara; si accende un turbine di domande che si possono sintetizzare in queste: riuscirò/à a superarla senza sofferenze? Sopravviverò/à in condizione dignitosa “umana” e ancora autonoma?
2)  Rapporto con se stessi e con gli altri: sfiducia insicurezza e paura di essere abbandonati, di non essere in grado di affrontare situazioni difficili, insoddisfazione mancanza di volontà e coraggio: chi sono? Quanto valgo? Quanto mi stimano e mi vogliono bene gli altri?
3) Condizioni economiche: gliela farò a pagare le bollette e a sostenere spese varie? Avrò una certa indipendenza economica o dovrò sempre combattere per sopravvivere? Riuscirò a realizzare i miei progetti? 
4) Relazioni sentimentali che creano spesso sofferenza disillusioni e paure, disagi ma anche gioia piacere e soddisfazione: gli/le piaccio o no? Mi ama o no? Mi stima e apprezza? E’ attaccato/a a me?..................
      Ogni momento della giornata presenta “il conto” nel senso che si accendono stati d’animo con relativi perché; il consapevole Magistro/a è sempre in attività per capire e rispondersi (è l’attività che lo distingue) e trova sempre il modo di risolvere le negatività entrando in un alto livello energetico. Il non consapevole no, subisce l’alternarsi dei flussi energetici contrastanti e cerca di barcamenarsi.
       A questo punto è opportuno suggerire un modo una tecnica sperimentata semplice ed efficace per suscitare subito fiducia energia attiva e produttiva, sembra l’uovo di Colombo, ma è reale se naturalmente la si pratica.
     Esempio: se si sta svolgendo un’attività pratica di qualsiasi tipo, dal lavare i piatti alla telefonata di lavoro, dal parlare con una persona allo svolgere una pratica o portare a spasso il cane ,,,,,, è consigliabile compiere l’azione alla perfezione per scelta con piacere creatività esprimendo il meglio di sé, così si rafforza la          volontà di scegliere e decidere, la fiducia nelle proprie capacità, l’autostima provando anche grande soddisfazione per i risultati. Infatti, vivendo con intenzione ed entusiasmo il presente si bruciano tutti i residui karmici nel subconscio e si utilizza l’occasione opportuna di crescere realizzando desideri aspirazioni e progetti nel flusso positivo della vita. Noi abbiamo continuamente bisogno di essere rassicurati stimati considerati e amati e vivere la quotidianità, come detto, è un notevole contributo di rassicurazione e crescita.
      Un po’ più difficile, perché più impegnativo, è quando vogliamo disciogliere e superare il disagio interiore che nasce spontaneo, ci vuole consapevolezza intenzione e pazienza, Maestria. Esempio: se si avverte una sensazione di paura disagio insicurezza e insoddisfazione, se ci si proietta nel futuro in negativo, occorre prima di tutto capire cosa sta succedendo nel subconscio, con attenzione e pazienza si riesce e poi intervenire con i propri mezzi. Ognuno ha i propri, io ne suggerisco alcuni sperimentati: affidarsi con la preghiera al Cielo, leggere qualcosa che stimoli la saggezza o faccia provare piacere, ascoltare musica buona terapeutica, vedere il bello, arte o natura, creare qualcosa di nuovo e interessante, ripensare a qualche evento bello piacevole vissuto,  parlare di cose alte e positive con amici, divertirsi e svagarsi con semplicità e molto piacere  e cercare di riconoscere e apprezzare ciò che si è e si ha, anche piccole cose apparentemente insignificanti possono dare godimento e gratificazione; insomma, dare apprezzamento e valore a ciò che ci circonda nel presente, messaggero di vita passata aperta al futuro che sta nelle nostre mani.
         Questi esercizi in realtà offrono molte occasioni di riscoprire mille possibilità di apprendere cose nuove, di verificare ciò che abbiamo appreso e di rafforzare la nostra scintilla divina nell’amare nel donare e aiutare il prossimo. Il quotidiano è il campo di sperimentazione e realizzazione dei nostri desideri e aspirazioni, valori e ideali, ci accorgiamo di possedere grandi tesori nascosti di saggezza, notevoli capacità e doti da comunicare agli altri. Quando compendiamo l gioco e le sue regole, per operare possiamo praticare la Magia del vivere in serenità trasformando le opportunità in occasioni di trasformazioni cambiamenti e rinnovamenti. La Magia è accesa e alimentata anche dalla gioia dall’entusiasmo e dalla leggerezza dell’anima che si allena in ogni occasione a vedere e a godere il positivo.
        Per concludere: il Quotidiano è l’occasione che il Cielo mette a disposizione di chi ha buona volontà per capire vivendo come superare il karma passato e creare il Nuovo positivo, favorevole a realizzare desideri aspirazioni e sogni; non si può trascurarlo lasciandole scorrere senza prenderne consapevolezza, senza viverlo con passione entusiasmo gioia e gratificazione. Per sentirsi vivi occorre viverlo da attori-registi con intenzione coraggio fantasia e sogno, affrontando i flutti del mare in tempesta sapendo che tutto poi si calma. La quotidianità è il modo per sentirsi efficienti attivi creativi e lottatori, non esistono limiti, l’età il sesso la condizione economico-sociale e culturale sono soltanto condizioni illusorie; è l’anima che vive si sperimenta e gioisce o soffre ma è lei che, giustamente allenata, alla fine vince.
      Ecco la soddisfazione di sentirsi realizzati, vivi e soddisfatti come campioni sul campo di gara.

Formule: 1) Io Sono la calda energia di Amore Incondizionato….vivo con entusiasmo efficienza creativa e piacere i miei desideri progetti e sogni; amo e apprezzo con fiducia ciò che faccio qui e ora……..e vinco.
2)  Io Sono l’energia vitale dell’Uno-Tutto, apro il mio cuore e la mia mente al continuo flusso energetico di positività e bellezza, gioia e gratitudine per apprezzare e godere del piacere di essere vivere e amare………….e vinco.









































        

















        


































       

blog settembre secondo 2018


Sintesi blog sett sec 2018
Le regole d’oro per superare il malessere quotidiano

    Il “quotidiano” è per chi vuole vivere consapevolmente la propria vita da attore-regista, un’occasione continua di crescita, perché nasconde in sé anche gli aspetti oscuri del ricco bagaglio di esperienze di vite passate da riconoscere e modificare; serve inoltre a verificare i nostri limiti potenzialità e qualità positive per esprimere al meglio la nostra “scintilla divina” nell’accettare comprendere perdonare e amare noi stessi e il prossimo.
    Le esperienze quotidiane ci causano spesso malessere insoddisfazioni paure e sensi di colpa perché siamo condizionati da schemi mentali comuni: guadagno subito e benessere ad ogni costo, salute sempre giovanile no dolore, realizzare tutti i desideri anche i più banali e il nostro Ego sempre al centro di tutto……..
     Chi ricerca e sviluppa la consapevolezza e il giusto senso della sua vita, considera anche le esperienze negative come messaggi da capire e trasformare in forze positive accendendo in sé la fiamma dell’amore dell’accettazione e della comprensione, dell’autostima e del perdono……..come?
       Mi rivolgo a te lettore/lettrice: fa’ tutto ciò che stai facendo dando il meglio di te, con entusiasmo passione creatività e intenzione………..medita prega e concentrati nell’energia d’amore, godi e condividi il bello il vero e il bene ( se non li vedi, cercali che ti circondano), apprezza ciò che sei e hai nel qui e ora, il presente è il tuo più fedele amico, ti dice chi sei stato e ti fa divenire nuovo  vero autentico, se lo vivi bene, non lasciartelo sfuggire, non ritorna più. Diventa Mago/a del vivere con gioia leggerezza fantasia e fuoco interiore; tu sei l’attore-regista della tua vita, sali sul tuo palcoscenico giornalmente e recita la tua parte al meglio…ti sentirai realizzato contento soddisfatto come il campione (che tu sei) in piena attività sul campo di gara………….e vincitore.
    Se vuoi saperne di più e avere strumenti per rafforzarti e affrontare la vita con fiducia e sicurezza, contattami….ti aiuterò nel tuo cammino…………(bada….  non sono parole, io sono molto vecchio di esperienze e di conoscenze)………..ciao……….a presto.    mario.ramponi1@tin.it         o      3465784989 ….



martedì 28 agosto 2018

blog agosto 2018



Il modo magistrale di superare malessere paure e confusione nell’Energia dell’IO Sono



Nel mese di agosto, ho fatto una constatazione dura e deludente: molte persone di diverse età e sesso, livello socio-culturale e anche spirituale esprimono nei loro discorsi e comportamenti l’insoddisfazione e la rabbia, la scontentezza e la ribellione per il dispiacere di non avere, e pochi, di non essere quello che desiderano, la paura del presente e del futuro e la sfiducia in se stessi, disorientamento e confusione di valori e incapacità di accettarsi capirsi stimarsi e di perdonare se stessi e gli altri e la mancanza quasi totale di amore, di rispetto e apprezzamento personale e della vita in genere. Pochissime sono le persone con cui si può parlare di problemi esistenziali a livello di conoscenza profonda per riconoscere e affermare la loro validità per crescere e progredire personalmente.

La causa prima di tale stato di malessere e insoddisfazione? Ignoranza quasi totale di certe conoscenze e verità, che sole possono aiutare a capire e apprezzare l’esistenza, occasione da noi inconsciamente scelta per progredire anche attraverso la sofferenza e il dolore.

La prima verità da considerare e riconoscere è l’effetto costante del karma individuale e collettivo che segna il cammino di vita da compiere volenti o no; essa eviterebbe di fare confronti spesso rabbiosi a livello pratico in tutti i campi. La legge del Karma, chiamata anche Legge della Giusta Distribuzione (legge che regola i mondi e anche le Entità spirituali) dice: ciò che hai seminato, raccogli. Con questa si spiega tutto, basterebbe conoscerla e accettarla per liberarsi dalla rabbia dalla insoddisfazione e dalla paura.

Poi la conoscenza di se stessi (cardine su cui ruota la crescita evolutiva): ognuno è un Essere straordinario, unico e irripetibile, indistruttibile eterno e immortale spiritualmente, dotato di valori divini, siamo scintille divine. Con essa capiamo che la nostra vita nella realtà, è una proiezione del nostro mondo interiore; concetto difficile per chi è digiuno di certe conoscenze ma chiunque dotato di una minima capacità di riflessione potrebbe capirlo. Accettare l’idea di conoscersi, significa anche individuare e rafforzare le proprie capacità, doti virtù e potenzialità oltre i limiti e i difetti da superare; quindi, la fiducia in se stessi, l’autostima il rispetto e l’apprezzamento crescono. Conoscendo e praticando tali verità il gioco è fatto, subentra una certa serenità, piacere di vivere, di essere e di amare.

E l’altra verità universale fondamentale? L’Amore… di questa potente energia vitale universale si conosce ora quasi solo l’aspetto fisico, la sessualità praticata generalmente a livello istintuale ignorandone le infinite potenzialità di creare armonia piacere unione dei sessi nella gioia di vivere. Basterebbe capire come riconoscerlo e suscitarlo in sé, perché è presente nel nostro cuore naturalmente, per risolvere tanti problemi; occorre risvegliarlo educarlo e svilupparlo partendo da emozioni sentimenti e pensieri improntati all’Energia dell’IO Sono.

Ad un certo punto mi sono ripreso dalla cocente delusione e mi sono rasserenato pensando che ci sono molte persone che seguono vari percorsi di conoscenza e pratica energetico-spirituale con ottimi risultati in termini di realizzazione della Maestria del Sé o Di Amore; in sostanza sono serene libere da condizionamenti e capaci di decidere della propria vita in certe situazioni. Infatti, esse hanno un diverso atteggiamento verso se stesse e la vita quotidiana, ne avvertono l’importanza come occasione di manifestare la propria forza interiore, la fiducia e l’autostima, la creatività e la gioia di essere vivere e amare sostenute dall’energia dell’Io Sono, che mira proprio a raggiungimento di questi obiettivi.

Che significa ciò? Mentre le persone normali non conoscono le varie tecniche per attuare l’Energia, non sono ancora esperte e quindi, sono attaccate dalle forze negative che suscitano le reazioni succitate e soccombono a sofferenze e dolori, i Magistri/e in fieri, conoscono bene tutti i processi energetico-spirituali, sanno cosa devono e possono fare, hanno una sola prova-sfida da affrontare con intenzione: mettere in pratica l’Energia dell’Io Sono per sentirsi veramente centrati, liberi autonomi autosufficienti in grado di scegliere e decidere ciò che è per loro giusto. Come?

Esempio concreto: una persona ben preparata e intenzionata costantemente a crescere nella Maestria, cosciente di tutti i risvolti psico spirituali e pratici di questa sua attuale esperienza: conflitto di interessi (eredità) con il fratello prepotente aggressivo che vuole tutto, addirittura che lei, sorella comprensiva e amorevole, paghi tutte le spese della successione, non sa cosa fare, è in confusione. Però, dopo un’analisi molto approfondita, è giunta alla conclusione di accettare la situazione in termini legali (gli avvocati procederanno) ma anche di perdonare il fratello inconsapevole istintivo per spezzare il nodo karmico familiare.

E’ stata molto precisa e cosciente ma mi ha confessato esplicitamente :- Non gliela faccio a perdonare, sono confusa, che devo fare per accendere nel mio cuore il p e r d o n o? Tale domanda me la pongo anche io e tutti i Magistri/e in certe particolari situazioni ma la risposta è unica: ciò che capita è la prova-sfida essenziale per passare dalla teoria alla pratica realizzazione, è quanto richiede la forza Amore dell’Io Sono. Nella realtà non tutti gliela fanno, non ci si deve scoraggiare, occorre aspettare per sentirsi pronti ma nel frattempo è giusto rafforzare l’Intenzione di riuscire, Il Magistro richiede questo ma la saggezza suggerisce anche di rispettare i tempi di maturazione diversi per ognuno.

L’Energia deve entrare a far parte di noi, noi siamo l’Energia in potenza e per poterla manifestare ed esprimere, ci vuole una situazione in cui dobbiamo necessariamente attuarla con tutte le possibilità del momento, non si scappa; in questo momento storico tale è la prova e ce la dobbiamo fare, costi quel che costi, ognuno nel suo campo: salute, rapporto con se stessi e gli altri, lavoro amore….bisogna ricorrere alle profonde risorse intime. I Magistri/e sanno cosa e come fare, i risultati sono proporzionali all’impegno costante, alla fiducia all’entusiasmo e all’Amore impiegati. No scoraggiamento e paura che assalgono chi lavora in questo senso ma pazienza costanza intenzione e Amoreeee!!

Allora cosa fare al momento? Analizzare la situazione e sviscerarla alla luce della coscienza e recitare le formule per entrare nell’Energia-pensiero Io Sono. E’ chiaro che devono cambiare certi atteggiamenti e comportamenti ma dobbiamo convincerci di avere in noi e di essere noi l’Energia Uno-Tutto, così si supera consapevolmente ogni prova…intenzione e tempo sono i nostri fedeli alleati.

Per concludere: non è facile entrare nell’Energia, ci sono schemi mentali credenze e paure, abitudini e residui karmici negativi che lo impediscono; è anche molto impegnativo intervenire in ogni situazione complessa e pesante ma c’è l’aiuto del Cielo per farci superare nodi e debiti karmici rapidamente, altrimenti ci vorrebbero molte vite per farlo. Lo sforzo ripaga abbondantemente; infatti, appena entrati, il modo di sentire vedere e giudicare ogni cosa cambia radicalmente, non sono belle parole e promesse astratte di cambiamenti, è una nuova realtà viva che crea entusiasmo calore e voglia di condivisione e gratitudine, alza di molto il livello delle frequenze energetiche e ciò fa molto bene.

Lettore/lettrice, sforzati di affrontare almeno una prova con tale nuovo spirito di accettazione e comprensione, perdono e amore ma fallo con intenzione emozione forte e piacere. Le formule ti aiuteranno e caricheranno di forza ma le devi recitare con costanza e passione forte, è un piacevole impegno, il resto viene con sé: sei un Lightwarrior, un combattente di luce e amore….le formule agiscono da antibiotici e integratori: disciolgono le forze negative e risvegliano e rafforzano le energie positive, ti senti un’altra persona con inesauribili potenzialità.

Formule: 1) Io Sono la potente energia di Amore dell’Io Sono….accetto comprendo perdono e amo aprendo il mio cuore alla gioia alla serenità e alla speranza con piacere….

2) IO Sono la luce di Amore dell’Io Sono, avvolgo con comprensione compassione e fiducia le mie esperienze quotidiane per entrare nel flusso energetico di positività centratura e soddisfazione…………..

3) Io Sono la forza, la fiducia la speranza e l’amore …mi sento bene, sereno/a centrato/a, pieno/a di vigore ed efficienza, positività e disponibilità verso il mondo che mi circonda……

4) Io Sono l’Energia dell’Uno-Tutto…..amo e vinco……





 

 

 

 

 

 



 

 



 

 


giovedì 26 luglio 2018

blog luglio 2018

Blog luglio 2018
Un modo per esprimere la straordinarietà individuale nel contesto quotidiano con l’Energia dell’IO Sono


Un comportamento davvero troppo spontaneo naturale e istintivo che causa però sofferenza e disagio, ansia e preoccupazioni dure è quello di farsi mille domande sulle proprie condizioni in ogni aspetto della propria vita: salute, rapporti personali, lavoro e particolarmente il rapporto con se stessi. Sono domande che ci proiettano nel futuro, immagine riflessa e precisa del presente, quindi, in parte illusorio perché non si tiene conto degli influssi energetici continui che fluiscono ininterrottamente ogni momento caratterizzando la vita individuale, originale unica e irripetibile: starò bene in futuro? Incontrerò la persona/e giusta? Avrò il lavoro che desidero? Sarò in grado di affrontare e risolvere problemi, ostacoli e difficoltà, ansie e dolori e sofferenze? Quale sarà il mio stato evolutivo?

Riflettendo con consapevolezza su questo tipo di domande espresse con un fondo di sfiducia e negatività, possiamo notare che creano una bassa condizione energetica per l’ansia l’insicurezza e l’incapacità di essere all’altezza di ogni situazione; perché? Quando sei centrato, nel flusso energetico positivo e con i tuoi pensieri ed emozioni sei nel presente, unito all’energia dell’Io Sono, crei la tua Realtà, autentica e originale. Occorre capire e praticare questa Verità connaturata in ogni umano: Io Sono calmo e so: Io Sono l’Io Sono. Ma perché si insiste molto sulla presenza dell’Io Sono? Perché ognuno di noi è l’espressione e la forma personalizzata fisica energetica e spirituale, qui ed ora, dell’Uno Tutto e come tale deve operare, cioè produrre continuamente del nuovo, certo con moderazione buon senso, equilibrio e consapevolezza ma creare con nuovi pensieri ed emozioni cercando di sostituire vecchi schemi, credenze e condizionamenti provenienti dal passato (vecchio karma).

Se ci fermiamo ad analizzare ciò che pensiamo, sentiamo e come agiamo nelle nostre giornate, ci accorgiamo di quanto siamo condizionati inconsciamente dal passato ma se vogliamo, e ciò deve diventare l’impegno principale del Magistro/a, possiamo sostituire ai vecchi schemi i nuovi contenuti sostenuti dall’Amore, dalla comprensione dal perdono e dalla gioia e dal piacere di sentirsi "straordinari", sì, perché in effetti lo siamo ciascuno di noi con il suo notevole potenziale ancora sconosciuto, in ogni campo e aspetto del nostro vivere.

Porto un esempio pratico per capire una semplice tecnica ma molto efficace per riconoscere e affermare la nostra "straordinarietà", siamo o no scintille divine, manifestazione diretta dell’Io Sono? Mi trovo in una situazione di lavoro molto insoddisfacente, sono scontento/a e inappagato/a, rapporti con colleghi e superiori sempre conflittuali, è una continua lotta i cui effetti negativi si scaricano nel mio vivere quotidiano, le mie aspettative di cambiamento e miglioramento sono molto tenui, la frequenza energetica è quindi molto bassa, però ho una forte intenzione di rinnovarmi per non lasciarmi più condizionare, allora nasce la domanda: come devo comportarmi specie interiormente?

Ti si presenta l’occasione di praticare la Maestria; tu sai che per ottenere risultati, occorre cambiare il corso dei pensieri ed emozioni; ebbene, cosa significa nel caso specifico? Se ti interessa avere piccoli vantaggi immediati e pratici, allora sei sul piano della competizione, del confronto con alti e bassi di successi e le delusioni sono molto frequenti, è la logica dell’avere tutto e subito che crea forte dipendenza, sei condizionato/a dalle tue aspettative concrete pratiche, soggette però a continuo mutamento: oggi va bene, ho vinto io, domani chissà? Se, invece, lavori da Magistro/a, pensi continuamente e consapevolmente ad una nuova situazione in cui puoi dare il tuo apporto personale originale e "straordinario", cioè elevi le tue aspirazioni e aspettative ad un livello di coscienza diverso dalle solite mire e interessi solo pratici, è un gioco nuovo molto interessante e gratificante. La tua nuova coscienza coinvolge tutto il tuo essere in uno sforzo di elevazione, di crescita evolutiva, di creazione di nuove Realtà (l’Io Sono ti aiuta e suggerisce nuove idee, obiettivi e comportamenti), vedi nuovi orizzonti, entri in uno stato, in una nuova condizione che attira per legge di Attrazione o Risonanza ciò che tu pensi e desideri. Ti sentirai così Magistro/a soddisfatto/a, la tua vita cambierà, è tua, non ti sentirai scontento ma sereno attivo e libero di spaziare con pensieri emozioni e sentimenti per ottenere ciò che pensi e desideri nel tuo cammino di crescita, mantenendo sempre il tuo status in cui vivi normalmente.

Questa esperienza "magistrale" nel campo del lavoro può essere vissuta anche negli altri ambiti di vita, anzi è consigliabile farla diventare un’abitudine consapevole e nel rapporto con se stessi, con gli altri e con il mondo che ci circonda. Il fine del processo psicospirituale è sempre quello di elevare le vibrazioni della nostra energia, siamo noi il centro-motore di creazione e attrazione energetica e la chiave per entrare con soddisfazione, piacere e amore nel cuore della nostra essenza ove sonnecchiano potenziali risorse eccezionali spesso sconosciute. Da esse possiamo attingere energie e stimoli, idee e progetti per crearci la nostra Realtà, vera, autentica originale e gratificante partendo da subito, dall’attimo presente, ben radicati nella concretezza della vita; in esso è nascosto il Tutto-Uno, sta a noi Magistri/e scoprirlo e apprezzarlo portandolo con umiltà e amore concretamente nel nostro vivere quotidiano. E’ illusorio cercarlo nel futuro in altre dimensioni, è nel nostro cuore, se c’è amore serenità armonia e intenzione di vivere attivamente con partecipazione e condivisione.

Occorre capire e cercare di realizzare questa verità: l’Io Sono concede al Magistro/a e a chi inconsapevolmente si eleva con emozioni autentiche e pensieri positivi, quanto essi hanno maturato nella loro coscienza vera e sincera con il lavoro di rinnovamento e innalzamento di livello energetico, che vuol dire praticamente questo: se sei attaccato e dipendente dai risultati immediati e concreti che soddisfano solo gli Ego personali limitati e mediocri, l’amor proprio e il desiderio di potere e successo, la fama e la sicurezza per stare bene nel proprio guscio, i risultati possono essere insicuri e deludenti perché seguono la logica pratica della competizione, dell’avere; se, invece, pensi e desideri in un alto stato di coscienza il bene per te e per gli altri, condividi le tue risorse e intendi realizzare qualcosa di nuovo tale da superare la limitatezza e la contingenza quotidiana, l’energia dell’Io Sono entra subito in azione apportando risultati soddisfacenti e condivisi. Per fare ciò, occorre credere fortemente in sé, riconoscere la propria forza e potenzialità che ci rendono straordinari e unici nella nostra scintilla divina, espressione fisica ed energetica dell’Io Sono qui e ora, fari di luce, punti di appoggio per altri e sorgente continua fluente di serenità e armonia, soddisfazione e piacere condivisi. Umiltà fede e gratitudine, semplicità e spontaneità devono essere le vesti del Magistro/a attraverso le quali si percepisce il mistico legame energetico con l’Io Sono.

Per concludere: elevare il livello energetico con qualsiasi tecnica, significa poter raggiungere scopi e obiettivi nuovi che gratificano la volontà di superamento del vecchio karma e il desiderio di realizzare sempre nuove realtà a livello pratico quotidiano che deve essere sempre apprezzato e potenziato come occasione unica per elevarsi. Bando alla meschina mentalità del profitto immediato troppo egoico e personale che crea dipendenze e delusioni, insoddisfazioni e ansie, se non raggiunto. Quindi, apertura di coscienza, gioia di lavorare per creare la sempre Nuova Realtà, autentica, vera e soddisfacente, sostenuta dall’Amore incondizionato dell’Io Sono.

mercoledì 2 maggio 2018

blog aprile2018

L’AZIONE DELL’IO SONO NELLA CONOSCENZA E IDENTIFICAZIONE

DELLA SCINTILLA DIVINA

Molte volte nella nostra quotidianità ci lamentiamo della stranezza di certe esperienze, incontri e situazioni, fatti e rapporti che ci creano sofferenze, mortificazioni e delusioni, confusione e ansie oltre vere paure. Le persone normali che non si pongono l’impegno della consapevolezza, della comprensione del perché delle cose, si barcamenano fra un evento e l’altro cercando soluzioni e un po’ di pace, talvolta ci possono pure riuscire ma sono alla mercè dei loro impulsi inconsci e della logica degli eventi, non dominano o controllano emozioni pensieri e reazioni che sono gli effetti del nostro patrimonio karmico.




C’è da dire che noi tutti incontriamo nella nostra esistenza ciò che è nel nostro programma di vita attirato per legge di attrazione, ciò che vediamo incontriamo e viviamo ha una profonda ragione ed è l’effetto karmico di vite pregresse, il bagaglio di esperienze vissute chissà da quante vite che attendono ora in questo periodo storico di essere riviste, corrette e soprattutto rinnovate alla luce dell’Io Sono, dell’Amore-comprensione, consapevolezza accettazione e perdono.

Questo è il fine ultimo nascosto ai più perché ci vuole consapevolezza e conoscenza per capirlo e poi realizzarlo; sì, infatti, l’Io Sono è la forza unica che permette di rinnovare e rafforzare la nostra scintilla divina. Come?

Portiamo un esempio concreto: il rapporto con una persona, partner o altro; in esso io proietto quanto mi porto di esperienze, pensieri (pochi) emozioni sentimenti e reazioni istintive (molte) dal passato che mi legano a lui e mi condizionano, ciò che io sento penso e provo per lui appartiene al mio passato, spesso mi fa soffrire o gioire ma mi serve per conoscermi a fondo chi sono, quali i miei desideri e aspirazioni, che ruolo svolgere in quella situazione e in genere nella mia vita; però non mi apporta ancora nulla di nuovo finché non decido io in piena libertà dove mirare e che senso dare ad una vecchia situazione. Questo è possibile solo se faccio agire in me l’energia-pensiero di Amore dell’Io Sono seguendo un preciso itinerario: cercare di capire con lucidità le reazioni istintive ai comportamenti della persona, ciò mi aiuta a comprendere chi sono, quali i miei punti deboli; poca autostima, paura di non essere all’altezza, gelosia e orgoglio, potere possesso e dominio e altro? Se stiamo attenti viene fuori tutto il contenuto inconscio delle nostre scintille divine, quindi, ne prendo coscienza.

Ora inizia il lavoro, l’azione dell’Io Sono, dell’energia Amore: la trasformazione del vecchio karma nel nuovo radioso gratificante e cosciente programma di vita in cui sempre più mi identifico. Sono geloso? Ebbene alle emozioni e pensieri di gelosia sostituisco sentimenti di amore-compassione, perdono e ammirazione e rispetto per l’altro/a e penso con energia ed emozione: è una persona libera con il suo programma di vita, è degna del massimo rispetto stima e aiuto, perciò la amo. Se faccio questo, mi elevo ad un alto livello energetico spirituale e aiuto realmente l’altro/a a camminare sul suo sentiero libero/a nell’apprezzamento della sua e altrui vita. Questo è uno dei mille aspetti che si trasformano con la forza dell’Io Sono; si potrebbe continuare all’infinito applicando questa tecnica della trasformazione del negativo in positivo o rinnovamento in ogni campo della propria esistenza, salute rapporti personali e lavoro ma specialmente io consiglierei di applicarla nella conoscenza e trasformazione-rinnovamento di noi stessi, del nostro contenuto intrinseco, essenza del nostro karma passato, il nostro DNA SPIRITUALE.

Poca autostima? Con formule mirate rafforziamo la fiducia, La stima il riconoscimento e l’apprezzamento della nostra scintilla divina ma con costanza pazienza e forte intenzione. Scarse motivazioni e stimoli? Sviluppare interesse e impegno per qualcosa aiutati sempre da autoaffermazioni mirate e sostenute dall’Io Sono. Paure e ansie? Suscitare coraggio fiducia calma determinazione ed entusiasmo e nella salute fisica, positività e benessere, equilibrio sanità e armonia in tutte le funzioni vitali.

Secondo l’esperienza mia e di altri questa tecnica è la base della Maestria del Sé, unico strumento di identificazione e rinnovamento. Qualsiasi aspetto della nostra interiorità può essere riconosciuto e rinnovato con l’energia dell’Io Sono. Occorre riconoscere quanto siamo condizionati dal karma passato che si manifesta attraverso le abitudini mentali e comportamentali comuni. Non appena risvegliamo in noi l’energia-pensiero Amore dell’Io Sono, siamo in condizione ottimale di decidere noi quale atteggiamento consapevole assumere verso il mondo che ci circonda, sarà un modo nuovo sicuramente che darà un senso nuovo alla nostra esistenza. La forza Amore dell’Io Sono ci dà un nuovo programma, un nuovo ruolo, un modo diverso di vivere apprezzando ogni aspetto di noi e della nostra vita.

L’ Io Sono è vita in ogni suo aspetto, scorre ininterrottamente, siamo noi che interrompiamo il suo flusso con le nostre prese di posizione, con i nostri schemi e comportamenti mentali, è il nostro karma passato che ci condiziona ma se accendiamo la fiamma della nostra scintilla, le cose cambiano, siamo in una condizione di alta frequenza energetica e possiamo dire: Io Sono identificato nell’Io Sono, sono il Maestro del Sé con tutti i suoi diritti e doveri. La vita diventa un’occasione continua di creazione e rinnovamento attraverso i nostri pensieri ed emozioni; Vita=Amore, identificazione, apprezzamento di sé, mondo rinnovato dall’Amore.

Per concludere: risvegliare con formule mirate l’Io Sono significa dare inizio ad un processo di continua valorizzazione di noi stessi e di rinnovamento, potremo dire: - Ora finalmente riconosco la mia scintilla divina, so chi sono come e dove vado.

Però c’è da chiarire un aspetto molto importante, altrimenti si può cadere in un atteggiamento illusorio: entrando nell’energia quantica dell’Io Sono, si inizia un processo che dura una vita; i risultati ci sono ma possono essere lenti e per certe persone desiderose di effetti rapidi, deludenti almeno inizialmente per cui è necessario essere pazienti, calmi ma volitivi e tesi nell’intenzione profonda di riuscire, veri Maestri del Sé. E’ un nuovo modo di vivere nella consapevolezza e nell’amore.

La formula più adatta per risvegliare il fuoco dell’energia Amore dell’Io Sono è quella fondamentale, molto spesso ripetuta, che chiameremo panacea perché cura tutti i mali: Sono calmo e so: Io Sono l’Io Sono……mi amo, mi riconosco come sono e mi apprezzo incondizionatamente, ho fiducia nella mia Scintilla Divina e vinco.

 

 

 

domenica 25 marzo 2018

blog marzo-aprile 2018

Blog marzo-aprile 2018

 
La dinamica dei principi maschile e femminile nella quotidianità: i 2 aspetti complementari della "scintilla divina".
Comprendere tale dinamica significa recuperare affettività emotività e sessualità per realizzare rapporti coscienti di crescita individuale e di coppia nella consapevolezza di procedere in un cammino di esperienze energetiche nell’Io Sono.

La prima cosa da chiarire una volta per tutte è la seguente: aldilà delle differenze di genere, maschile o femminile e dei loro ruoli fondamentali nel contesto sociale oltre che nei rapporti personali, uomo e donna sono complementari l’uno dell’altra perché sono aspetti karmicamente scelti nell’attuale incarnazione per vivere esperienze del programma di vita individuale; quindi, viene con sé pensare che i due elementi fondamentali per la vita terrena, non devono opporsi creando conflitti ma collaborare per creare armonia e serenità non solo fra loro ma nel vivere sociale, ciò è possibile solo se si conoscono interiormente come persone "scintille divine", si comprendono e accettano e se riconoscono realtà aldilà della sfera sensibile fisica.

Ora si calca la mano e l’attenzione sulle diverse condizioni attuali di vita specie delle donne e nelle coppie: prevaricazione e prepotenza, insensibilità e mancanza di rispetto e comprensione, esaltazione dell’Ego; sì, possono essere presenti in molti rapporti, ma non devono influenzare e condizionare pensieri sentimenti ed emozioni di chi vuole vedere chiaro nella realtà dei rapporti e agire creando armonia e impulso a crescere nell’energia Amore. Allora, occorre sapere che in questa esistenza ciascuno di noi, uomo o donna, ha scelto per ragioni karmiche di incarnarsi nel corpo fisico di attuale appartenenza ma che porta con sé effetti di esperienze di altre vite vissute nelle condizioni dell’altro sesso………..la regressione ad altre vite insegna e le verità esoteriche tramandate nelle scuole per via iniziatica confermano.



In moltissimi casi, direi la quasi totalità delle persone analizzate con questo metodo, nelle vite passate apparteneva all’altro sesso. Parecchie donne ricordano nei loro comportamenti, pensieri ed emozioni aspetti mascolini e uomini viceversa.
Allora, perché contrastarsi, attaccarsi prevaricare l’altro/a, quando poi si sa che nella successiva incarnazione si assumerà l’altro sesso?


Non c’è da sorridere a tale affermazione perché, secondo le leggi karmiche che guidano l’evoluzione umana sul pianeta terra, è necessaria l’alternanza dei sessi; infatti, l’Ego umano è unisessuale nella sua realtà spirituale ma assume nella sua incarnazione terrena il genere e il ruolo scelti prima del concepimento per vivere e portare a termine il suo karma terreno. Tale verità è un cardine spirituale fondamentale, chi non lo accetta disconosce una delle leggi indiscutibili dell’evoluzione umana, tramandate attraverso gli insegnamenti di tutte le scuole iniziatiche passate e presenti dove si studia e interpreta la Akasha universale; in essa sono conservati gli atti spirituali dell’umanità intera, studiandoli si capirebbe allora il mistero del cambiamento dei sessi. Rudolf Steiner, il fondatore dell’Antroposofia, studioso ricercatore veggente scientifico spirituale ne ha parlato diffusamente nei suoi libri e conferenze; chi studia per conoscere e capire le verità che spiegano il senso della vita umana e cosmica, accetta tali verità allargando notevolmente gli orizzonti del suo cammino terreno e saprebbe anche che l’Umano è destinato, nei disegni dell’evoluzione cosmica, a ritornare al genere unico in cui l’organo riproduttivo sarà la laringe, la parola.
A parte queste conoscenze a livello iniziatico profondo (rosacrucianesimo), non da tutti condivise, ritorniamo con i piedi a terra, a riflessioni che ci facciano capire il senso nascosto delle esperienze interpersonali e sentimentali, specie di coppia, per la nostra autorealizzazione; uomini o donne ci dobbiamo attivare per renderci completi e pienamente realizzati nei nostri desideri, aspirazioni propositi e programmi di crescita. I rapporti sentimentali e personali hanno la funzione di farci sperimentare ciò che abbiamo deciso per Karma di provare sviluppando le qualità fondamentali della nostra natura: fiducia in sé, dignità e autostima, indipendenza autonomia e libertà di pensieri emozioni ed azione, qualità che faranno parte del nostro DNA spirituale una volta acquisite, ora nella nostra attuale incarnazione, da uomini o da donne.

Le conflittualità, le tensioni e le opposizioni fra uomo e donna sono causate da effettive e reali diversità non solo fisiche ma psicomentali e spirituali insite nel DNA umano, di cui è doveroso per un Maestro/a prendere coscienza. Però occorre chiarire, prima di farne un elenco, una concausa che nel nostro periodo storico contribuisce in misura notevole a riscaldare il clima già infuocato in cui si vivono certi rapporti conflittuali fra i sessi: le notizie diffuse a martello dai mass-media su tragedie familiari che ormai seguono un copione: uccisione della donna e dei figli con suicidio finale dell’uomo.

Ora entriamo nel cuore degli insegnamenti della fisica quantica: pensieri sentimenti ed emozioni creano e nell’umano e nell’energia cosmica, effetti relativi al tipo di energia emessa, se positiva saranno positivi, se negativa, saranno negativi; le notizie diffuse con grande abbondanza di parole ed immagini creano delle "egregore", cioè forme energetiche mentali molto forti alimentate dai pensieri ed emozioni di paura e di orrore della gente. Esse vivono nell’atmosfera energetica terrena e oltre e agiscono condizionando le persone più deboli spiritualmente a commettere simili atrocità. Nei rapporti di coppia conflittuali ci sono cause karmiche di violenze e aggressività che potrebbero portare (ma non è detto che sempre si arrivi alla tragedia, l’educazione e l’amore fanno miracoli) a commettere delitti ma la potenza delle egregore spinge a compiere tali azioni. Se ci lasciamo prendere dalla negatività, siamo corresponsabili, se, invece, i nostri pensieri ed emozioni sono positivi, miglioriamo la qualità dell’energia universale. Fisica Quantica insegna: siamo o no antenne-radio ricetrasmittenti? Allora ai Maestri/e spetta il compito, scelto liberamente, di creare sempre pensieri sentimenti emozioni e immagini positive proprio per contrastare l’effetto delle egregore negative emesse dalla massa delle persone non consapevoli. La forza dell’Amore incondizionato dell’IO SONO è la fonte inesauribile che può e deve sopraffare le negatività ormai molto diffuse, è il compito per chi non vuole lasciarsi condizionare dalle forze esterne pilotate per realizzare un fine: vivere nella paura paura e paura.

Ecco il rapido prospetto delle differenze psicospirituali ma complementari che caratterizzano la nostra scintilla divina nei due aspetti uomo-donna.
DIFFERENZE PSICOLOGICHE NELL’UOMO E NELLA DONNA

(dal libro Amore e Sessualità consapevoli di Mario Ramponi)




Diversità fondamentali di natura e di ruoli, l’Io asessuale
Oltre alle influenze numerologiche e astrologiche, che condizionano i comportamenti affettivi e sessuali nei rapporti di coppia, hanno notevole importanza le diversità psicologiche tra uomo e donna.

Diversità psicologiche tra uomo e donna



Non è un luogo comune l’affermazione: "L’uomo è diverso dalla donna", perché esistono reali differenze, non solo fisicamente, ma anche dal punto di vista psichico e mentale. Infatti, esistono sicure diversità, alcune dovute all’educazione familiare, alle influenze culturali della società e dei tempi storici in cui viviamo; sono quelle più evidenti che caratterizzano ruoli, qualità e attitudini, modi di valutare le priorità, le cose essenziali per il proprio benessere fisico e spirituale; e si evidenziano subito ad uno sguardo attento nelle relazioni interpersonali.

Caratteristiche psicologiche e comportamentali dell’uomo


L’uomo dà importanza in prima linea al potere, alla competenza in ogni campo, all’abilità e all’efficienza in vista del raggiungimento di certi risultati. Consciamente o inconsciamente si mette alla prova in ogni ambito, sessuale e familiare, lavorativo e relazionale, per dimostrare a se stesso di "essere", di possedere il senso di sé in funzione della capacità di raggiungere un obiettivo e il successo. Perciò, si interessa generalmente di cose pratiche (salvo molte eccezioni), di attività all’aperto e sportive da praticare o osservare come spettatore di programmi televisivi o come viaggiatore in Internet; ricerca le novità tecnologiche all’avanguardia: macchine veloci, computer ultrarapidi e tutti gli oggetti che gli facilitano il raggiungimento delle sue mete.

Quando consegue, specie con sforzi e sacrifici, i risultati previsti, sta bene con se stesso e manifesta orgoglio, si sente autonomo ed efficiente, competente e abile a gestire il potere.



Quest’aspetto gioca un ruolo importantissimo nel rapporto con la donna perché, se per caso vengono messe in discussione la sua abilità, capacità e intelligenza, cade in crisi, non si sente più utile a lei per risolverle i problemi, si sente rifiutato in ciò che può dare con sicurezza, considerandosi inutile.
Ma non capisce che l’unico efficacissimo aiuto che può darle, è ascoltarla con partecipazione ed interesse, perché la donna non ha bisogno tanto di soluzioni, quanto di essere "ascoltata".
Questa diversità sostanziale a livello psicomentale è una delle concause di tantissime crisi di coppia, perché quando manca l’intesa compartecipe, l’interesse reciproco e la disponibilità a capire e ad ascoltare, cade il desiderio affettivo e sessuale, specialmente se i rapporti durano da molto tempo.

Caratteristiche psicologiche e comportamentali della donna


La donna invece, considera valori di primaria importanza, l’Amore, i sentimenti e le emozioni ispirati alla bellezza, i rapporti di amicizia che la stimolano a comunicare i propri problemi e il proprio sentire. Si realizza attraverso la partecipazione alle emozioni e ai sentimenti che esprime in una relazione, anche di amicizia. Le relazioni di ogni tipo le permettono di far partecipi gli altri del proprio stato d’animo, dei sentimenti e delle emozioni e ciò vale molto di più che conseguire successo o raggiungere un obiettivo di potere (ci sono molte eccezioni). Nel parlare e nel comunicare esprime la solidarietà, la protezione e l’Amore; è come un atto terapeutico per lei: dà e riceve aiuto.

La donna è molto sensibile al miglioramento di sé e alla sua maturazione spirituale (ecco perché in tutte le attività che mirano al perfezionamento e all’approfondimento del proprio sé, prevalgono di numero le donne) e alla disponibilità a dare molta attenzione ai sentimenti e ai problemi dell’altro.


La donna in queste sue prerogative è proprio all’opposto dell’uomo; per lui ricevere un aiuto non richiesto, è un’offesa, in quanto si mette in evidenza la sfiducia nelle sue capacità, si sente incompetente, incapace e debole; nulla di più offensivo per lui sentirsi dare consigli non richiesti, che gli suonano come un rimprovero e un riconoscimento della sua inefficacia. La donna psicologicamente sbaglia quando tenta di aiutare il suo uomo a maturare, se questo non vuole, è come se gli dicesse che non funziona bene.


E’ chiaro che queste diversità riguardano uomini e donne che appartengono alla mediocrità e che seguono il modo di vivere e comportarsi comune, ispirato ai canoni della normalità più piatta, ovvia e convenzionale.

Caratteristiche comuni dell’evoluto/a





Il discorso è diverso per chi tende a conoscersi e a migliorarsi con la consapevolezza dei propri limiti; allora i confini tra qualità maschili e femminili si allargano notevolmente e si confondono. Ciò spiega perché si incontrano sempre più donne "mascoline", indipendenti, determinate e aggressive, specie sessualmente, piene di iniziative, libere e desiderose di autorealizzazione ad ogni costo; al contrario, ci sono uomini "femminili" più fragili psicomentalmente, sempre sulla difensiva, paurosi di perdere sessualmente il potere nei rapporti con la donna, ma anche più sensibili alle esigenze di trasformazione e miglioramento, peculiari delle donne.

L’Io, nella sua interezza è asessuale


Questa realtà sempre più evidente deve essere considerata positivamente, perché i tempi nuovi esigono da parte di ognuno lo sforzo di risvegliare la consapevolezza, la comprensione e l’accettazione al di là delle differenze di sesso. L’essere umano nella sua interezza spirituale, nella sua "scintilla divina", è asessuale per cui, quando comunica a livello di consapevolezza, non esistono più differenze. Nel riconoscere il valore di certe verità di carattere conoscitivo, evolutivo e non solo, sono tutti d’accordo, uomini e donne; sorgono difficoltà solo nel metterle in pratica, perché ogni persona agisce in base alla sua esperienza e al suo ruolo; vengono fuori, quindi, le differenze sessuali che condizionano comportamenti e opinioni.

         Conclusioni e riflessioni: occorre prendere atto di tali differenze contingenti che ancora condizionano rapporti personali e sociali ma è in linea con le richieste della Maestria sviluppare la consapevolezza la comprensione e il perdono per superare ogni barriera imposta da credenze, schemi mentali e dalle egregore-negatività circolanti nell’atmosfera energetica terrena che ci condizionano a considerare sempre la differenza dei sessi determinante nei rapporti. L’energia dell’Io Sono è la forza che unisce aldilà di ogni distinzione sessuale tutte le scintille divine nell’unico impegno di vivere ed esprimere l’amore incondizionato.


Quando un uomo e una donna si riconoscono nei valori della consapevolezza e dell’amore incondizionato, diventano, anzi sono, scintille a tutti gli effetti, appartengono alla Energia Universale dell’Io Sono, non solo a parole, ( se ne dicono tante); allora avviene la realizzazione totale di relazioni personali perfette in cui prevale l’armonia, la serenità e l’affettività e la naturalezza delle emozioni sentimenti e pensieri che favoriscono ogni aspetto del rapporto, anche quello sessuale.

 


Autoaffermazioni:

0) Io Sono l’Io Sono, vivo realizzando con emozione il disegno della mia anima nell’energia multidimensionale dell’IO Sono….

1) Io Sono l’energia di amore multidimensionale dell’Io Sono, sento penso e realizzo costantemente il disegno della mia anima nel pieno possesso del mio essere vivere e amare con fiducia ed entusiasmo………



2) Io Sono l’energia di amore multidimensionale dell’Io Sono, Io Sono il disegno della mia anima realizzato concretamente nell’amore compassione

mercoledì 3 gennaio 2018

Blog gennaio 2018 Il pensiero-desiderio Realizzazione secondo la Legge di Attrazione Occorre fare una premessa importante e chiarificatrice sull’uso dell’energia-pensiero, essenza profonda della nostra scintilla divina e di conseguenza della Divinità dell’Io Sono che si manifesta in noi e tramite noi nel mondo: noi Umani abbiamo la prerogativa di comunicare e vibrare in sintonia con l’Energia dell’Io Sono grazie proprio al pensiero-amore…….noi viviamo in un Universo attraversato continuamente da vibrazioni energetiche a tutti i livelli……..elettricità magnetismo luce e onde di diversa natura che attiriamo e rendiamo comprensibili con la nostra e per la nostra “mente”….questa ha la funzione specifica di creare i nostri pensieri, gli strumenti per realizzare in sostanza ciò che concepiamo: la nostra realtà. Noi, infatti, creiamo la nostra realtà…………..questa è una conoscenza ormai di dominio comune………chi cammina e lavora nel campo della crescita personale, parte da questa unica certezza: l’Energia-pensiero-amore comprende spiega la realtà fenomenica e crea concretamente la vita di chi la emette…… Il pensiero è governato da una legge naturale inflessibile come quella di gravità, la Legge di Attrazione, che in poche parole può definirsi come una calamita che attira ciò che le è affine, cioè se l’energia che emette è positiva, attrae il positivo, viceversa, il negativo inflessibilmente……….non è ormai una novità, è una realtà scientifica che è giusto sempre ripetere per capire il meccanismo della richiesta e attuazione dei nostri desideri… in fin dei conti siamo Umani e vogliamo coronare di successi la nostra esistenza terrena aldilà di ogni aspirazione metafisica……….concretezza nel mondo fisico………….la Legge d’Attrazione ce lo consente…………. Ora vediamo come funziona il meccanismo di realizzazione dei pensieri-desideri: l’Energia Universale dell’Io Sono contiene, come una Matrix Universale, tutte le idee possibili……..il pensiero personale attinge da essa contenuti di ogni genere positivi o negativi……la Mente (strumento indispensabile del pensiero) coglie formula ed elabora tutti gli aspetti e possibilità di un’idea-immagine accendendo il desiderio di realizzarla e così inizia il processo di attuazione: a) il desiderio stimola la volontà-forza motrice; b) essa x Legge di Attrazione attira guida e modella eventi situazioni e cose fino alla completa manifestazione e concretizzazione del desiderio-idea sul piano materiale…………; c) questo è il processo di ogni vero pensare-creare …..è il processo della creazione…. In esso è sempre attiva la Legge dell’Attrazione……che significa ciò? L’Universo energetico è praticamente un campo infinito di vibrazioni in cui la nostra Mente personale (il pensiero) e le nostre Emozioni (il Cuore) operano continuamente, partecipano e generano la nostra realtà……la funzione della Legge di Attrazione è quella di attuare tutto ciò che pensiamo e desideriamo consciamente o inconsciamente……come funziona? Essa sostanzialmente opera in questa maniera: tutti gli elementi con vibrazioni-frequenze energetiche simili si attraggono e si uniscono, ciò è alla base di ogni realizzazione………… Occorre però tenere presenti alcuni consigli utili per applicare al meglio la Legge: 1) il desiderio personale deve volere il bene per se stessi e per tutti, così l’Energia spazia ampiamente senza ostacoli favorendo anche gli altri, se sono coinvolti nel desiderio; 2) attenzione ai dubbi paure e pregiudizi che sottilmente ostacolano e bloccano il flusso energetico in fase di realizzazione, occorre capirli per sradicarli e discioglierli con autoaffermazioni mirate e preghiere; 3) quando ti senti ben centrato limpido e chiaro, le tue vibrazioni partono dalla tua antenna-radio e l’Universo le capta sintonizzandosi su di esse e realizzandole…..fondamentale è esprimere pensieri-desideri chiari consapevoli, sinceri puliti e puri perché le vibrazioni possano essere captate dall’Universo tutto; 4) si può avere conferma di essere in sintonia con l’Energia quando si notano nella propria vita delle coincidenze in sincronia che non sono casuali……. Comunque, questa è la parte preparatoria per la realizzazione del pensiero-desiderio, che richiede una scelta e una volontà attenta e consapevole di riconoscere prima e debellare tutte le negatività presenti nel nostro inconscio …… Come sforzo successivo ma conclusivo occorre compenetrare di sentimento, cioè attivare le emozioni, la sfera emotiva, il cuore (come nella prima fase è attivo il pensiero) …che significa ciò? Porto un esempio: desidero stare bene in salute, perciò formulo il pensiero-desiderio: Il mio fisico è sano forte in piena armonia guarito……… lo sento e lo visualizzo in forma perfetta, vivo tale sensazione emozione……..attiro le forze giuste dall’Universo…………..ma se avverto in sottofondo anche un minimo dubbio, una paura inconscia che quel doloretto chissà cosa nasconde……una emozione oscura che mi offusca il sano sentire, la Legge di Attrazione (che non ammette dubbi) si blocca, non attira più dall’Universo l’energia necessaria a realizzare il mio pensiero-desiderio di salute e benessere……ecco perché tante volte ci diciamo: - Ma sta Legge non funziona! A questo punto, dobbiamo affermare che nella logica della concretizzazione prevale il sentimento, l’emozione sul pensiero…….. infatti, il consiglio più efficace che si può dare è quello di sostenere i propri pensieri-desideri positivi con interesse passione e sentimenti emozioni costanti di certezza concretezza chiara, schietta pulita e forte……….più sono forti le emozioni e i sentimenti, più sono abbondanti ed efficaci le risposte…..si dovrebbe sentire e dire: -Voglio questo, costi quel che costi…….ma la formulazione dei pensieri-desideri deve essere chiara, pulita ordinata e consapevole……….. così funziona la Legge Universale…………noi Umani ne dipendiamo totalmente……. Ora portiamo esempi pratici e concreti della sua applicazione: 1) Desidero essere in piena salute e forma psicofisico spirituale, formulo il mio pensiero: -Sto bene, sto bene, sono in piena forma efficienza energetica, mi visualizzo sano e vigoroso……ma se in sottofondo avverto seppur minimamente la vocina che mi dice: - Però ho sto doloretto e la funzione intestinale non va …..allora come faccio a dire che sto bene? Questo è il colpo che impedisce alla Legge di intervenire, quindi, niente benessere e salute!! La Legge non ammette dubbi………… sei o non sei sicuro…………se sì…Ok….Se no…nulla!! Comunque le autoaffermazioni mirate aiutano rafforzano l’energia e sono l’elemento determinante in quanto esprimono il pensiero-desiderio in forma chiara e pulita attivando la Legge dell’Attrazione……2) Desidero essere centrato, cosciente in grado di scegliere e decidere ciò che voglio liberamente, voglio essere un Maestro del Sé…………le formule di autoaffermazione mi sostengono e guidano………ma se ho dubbi, nulla da fare!!! La Maestria non ammette incertezze indecisioni, titubanze o tentennamenti……..quando si esprime il pensiero-desiderio che mette in gioco il valore della persona, occorre pensare e agire con fermezza e intenzione, operare senza esitazione e con incrollabile fiducia in sé……….i risultati si vedono concretamente!!! A questo livello la lotta diventa serrata perché salgono dall’inconscio (vite passate) paure incapacità, limiti carenze traumi e blocchi per cui è necessario un lavoro di ripulitura e rafforzamento della propria energia attraverso le discipline della Maestria, cioè acquisizione della fiducia in sé, riconoscimento della scintilla divina e delle sue potenzialità……; 3) Desidero sicurezza e soddisfazione nei miei rapporti sentimentali......ci deve essere una convinzione di base nei pensieri-desideri e nelle emozioni che accompagnano e sostengono il rapporto: indipendenza autonomia e volontà di donare se stessi, la propria energia d'amore in piena libertà......altrimenti il solito rapporto con i soliti alti e bassi, con la solita logica del "mi ama o non mi ama? gli/le piaccio, dipende da me?..."..... Allora, la L.Attr. funziona alla grande se la passione, i forti sentimenti e le emozioni sono sostenuti da pensieri chiari puliti ben orientati ad un rapporto da costruire consapevolmente con testa e cuore in armonia………C’è però un lavoro molto intenso da fare perché i legami sentimentali non sono casuali ma rincontri di vite passate e, quindi, fanno rivivere situazioni più o meno dolorose o positive che coinvolgono sempre le persone nella loro esistenza quotidiana…..ma se c’è volontà consapevolezza del lavoro da svolgere, il chiaro pensiero-desiderio accompagnato da sentimenti ed emozioni pulite ottiene i suoi effetti………..amore consapevole….passione non istintuale attirano successi sentimentali…;4) Il cosiddetto successo sul piano materiale, concreto è spesso effetto di una giusta valutazione delle proprie capacità doti e potenzialità e della volontà attiva di realizzare con impegno determinazione sacrificio e accettazione……è un lavoro lungo, se sostenuto da pensieri-desideri chiari, precisi e da una passione e fiducia in sé la Legge interviene sempre e feconda…….. Conclusione: in sostanza la L.Attr. funziona alla grande perché fa parte delle vibrazioni dell’Energia Universale; se in noi l’attività dei pensieri-desideri è accompagnata da positività, chiarezza di idee e soprattutto da passione calore emozione (il cuore) per ciò che desideriamo….. essa è lo strumento che il Cielo mette a disposizione di quegli Umani che hanno capito e vogliono entrare nell’Energia per condividerla con gratitudine…..l’atteggiamento giusto per chiedere alla Legge di intervenire a nostro favore è quello di chiedere per ottenere ciò che desideriamo in maniera positiva da persone sicure pronte a ricevere e a donare con mente e cuore puri, aperte consapevoli appassionate calde di cuore con idee chiare e nitide nello spirito di abbondanza e benessere……… Formule: 1) Io Sono....mi affido totalmente a te e ai tuoi Arcangeli, Michele Raffaele Gabriele Raguel e Camael ........aiutatemi a realizzare il mio progetto di vita per il mio e altrui bene con gratitudine fede profonda e umiltà......entusiasmo fiducia e volontà.... 2) Michele e Raziel Arcangeli vi invoco con umiltà gratitudine e fede profonda……disciogliete con dolcezza nel sonno tutti i residui karmici nella mia Akasha di memorie-ricordi negativi accendendo in me la volontà la fiducia e l'amore per vivere serenamente i miei pensieri-desideri...... purificando l’energia della mia scintilla divina………..